Home Economia Usa, reddito degli agricoltori in calo nel 2015

Usa, reddito degli agricoltori in calo nel 2015

281
0

Il livello più basso da cinque anni a questa parte. Il Dipartimento di Agricoltura degli Stati Uniti ha stimato per quest’anno un calo del 32% dei redditi degli agricoltori americani. Dai 108 miliardi di dollari netti si passerà infatti a 73.6 miliardi, il record negativo dal 2009. A pesare, l’effetto combinato del livello molto basso dei prezzi di alcune colture come soia e mais e il drammatico incremento delle spese, tra cui fertilizzanti e semi. 

Si tratta del secondo calo consecutivo dopo il -16% fatto segnare nel 2014 rispetto al picco di 129 miliardi di dollari guadagnati nel 2013. A causa della caduta dei prezzi delle colture, gli introiti caleranno dell’8 per cento: il mais ad esempio è scambiato a meno di 4 dollari al bushel rispetto agli 8 del 2012. Andamento opposto, invece, per il bestiame con i prezzi ancora alti in particolare nel settore dei suini. Secondo l’amministrazione Usa, i programmi con cui il governo finanzia i farmer dinanzi al calo dei prezzi delle materie prime, salirà di 15 punti percentuali.  

L’aumento delle spese porterà i coltivatori a tagliare qualche voce e a ridurre gli acquisti per alcuni input di produzione come fertilizzanti e attrezzature. Andrà un po’ meglio per chi possiede i terreni, dovendo affrontare costi più contenuti. Tra i singoli Stati, la California resterà la regione leader nell’agricoltura a stelle e strisce, con il 10 per cento degli introiti lordi di tutti gli Stati Uniti, seguita da Iowa, Nebraska e Texas.

 

Foto: © pershing – Fotolia

Vito Miraglia