Home Economia 2014: tutti i dati della produzione dell’anno che sta per finire

2014: tutti i dati della produzione dell’anno che sta per finire

208
0
mais

Il 2014 fa segnare il record di produzione cerealicola: con 2,532 milioni di tonnellate(compreso anche il riso), l’anno sta per concludersi con uno “scatto” di produzione di circa 10 milioni di tonnellate in più rispetto a quanto previsto il mese scorso e 7 milioni di tonnellate in più rispetto all’anno scorso. La produzione totale è cresciuta dello 0,3% tra il 2013 e il 2014.

 

Stringendo il calcolo ai cereali, resta un anno record, con una produzione globale arrivata a quota 1,312 milioni di tonnellate, che supera, anche se di poco, il record del 2013 e incrementa di 8,5 mln t le stime finali precedenti.

 

Mais

La previsione per la produzione di mais è stata incrementata di oltre 5 mln t rispetto alle stime di novembre, guidata principalmente dal miglioramento delle stime relative alla produzione in Cina, Ue e Messico. La produzione di grano è attualmente fissata in 725 milioni di tonnellate, con un incremento di 7,6 milioni di tonnellate (+1,1%) rispetto al 2013 e con una crescita record di altri 2,3 milioni di t rispetto al mese di novembre.

 

L’adeguamento al rialzo di dicembre riflette un miglioramento dei raccolti nell’Unione europea e nella Federazione Russa che ha compensato la riduzione di produzione in Australia e Turchia.

 

Consumi

 

La previsione per l’utilizzo mondiale di cereali nel 2014 è stimata in 2,465 milioni di tonnellate, pari a 48,2 milioni di tonnellate (+2%) in più a livello congiunturale. Questo aumento è da imputare al maggiore utilizzo dei cereali nel settore zootecnico, sostenuto dalla riduzione dei prezzi delle materie prime. L’utilizzo totale per l’alimentazione potrebbe invece raggiungere gli 876 milioni di tonnellate, con un aumento di 25 milioni (+3%) rispetto all’anno precedente e 3 milioni in più tra dicembre e novembre.

 

Il consumo globale medio è stabile: nel mondo si consumano 152,8 chili pro-capite di cereali all’anno.

 

Scorte

 

Aumentano anche gli stock. Stando alle previsione, alla chiusura della campagna di commercializzazione 2015, le riserve dovrebbero raggiungere quota 628 milioni di t, vale a dire 50 milioni di tonnellate in più rispetto al dato precedente, con un incremento dell’8,6% in termini congiunturali e in termini assoluti il livello di stoccaggio più alto raggiunto dal 2000 ad oggi.

Dati positivi riguardano anche il rapporto offerta/domanda, suggerendo che la stagione di commercializzazione 2014/2015 dovrebbe mantenere un andamento sereno.

 Foto: Pixabay

co.col.