Home Economia Avicunicoli: segnali di miglioramento a inizio novembre

Avicunicoli: segnali di miglioramento a inizio novembre

170
0
carne avicola

Il mercato avicunicolo si è confermato in una situazione di generale equilibrio nella prima settimana di novembre. I consumi di pollo hanno registrato un andamento sostenuto; contestualmente l’offerta contenuta, che non è stata in grado di soddisfare a pieno la domanda, ha portato ad un aumento dei corsi ufficiali, anche grazie al clima di maggiore fiducia degli operatori. È quanto emerge dalle elaborazioni di Ismea. Le prospettive rimangono buone e fiduciose che il mercato in genere posso proseguire in questa fase di miglioramento. Per le uova il mercato si confermano piccoli segnali di miglioramento.

 

Per quanto riguarda le galline, grazie ad un’offerta contenuta ed a una domanda sostenuta, si sta registrando una situazione di eccesso di domanda con corsi tendenti a salire. Per le faraone vive le quotazioni sono salite sensibilmente anche in questo caso in risposta ad una situazione di eccesso di domanda, con pesi e numeri offerti al mercato in calo. Il mercato dei tacchini durante la scorsa settimana è stato caratterizzato da un aumento dei consumi, passando da una situazione di solido equilibrio della settimana precedente, ad un eccesso di domanda nella prima settimana di novembre. Le quotazioni ufficiali sono aumentate e dovrebbero permanere su questi livelli anche nel breve-medio periodo.

 

Per i conigli, a seguito dell’adeguamento del listino alle richieste degli operatori della filiera produttiva, e anche della più sostenuta domanda registrata durante questo inizio di novembre, il mercato si mostra più equilibrato. Tuttavia le quotazioni risultano leggermente in calo per la maggior disponibilità del vivo e il minor consumo del macellato.

 

Foto: Pixabay

 

co.col.