Home Economia Unione Europea approfondirà l’uso di insetti nell’alimentazione zootecnica

Unione Europea approfondirà l’uso di insetti nell’alimentazione zootecnica

161
0

Sarà approfondito nei prossimi il dossier relativo alle autorizzazioni all’utilizzo di insetti come mangimi e alimenti. Gli esperti della Direzione Generale per la Salute e i Consumatori (DG Sanco) della Commissione europea hanno infatti inviato una richiesta all’Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) per un parere circa i rischi ambientali, microbici e chimici collegati all’eventuale uso di insetti e ai rischi derivanti dalle altre fonti proteiche. Una valutazione che dovrebbe arrivare entro la metà del prossimo anno.

 

La Direzione, infatti, sta portando avanti un progetto, chiamato PROteINSECT, per studiare la fattibilità dell’inserimento di insetti comuni (mosca comune, mosca soldato nero, la larva del Tenebrione mugnaio) nella dieta di polli, suini e pesci. Si tratta di un campo di interesse più ampio, nel quale da tempo anche altri organismi internazionali, come la Fao, stanno attivandosi per valutare se la tradizione di alcune popolazioni di mangiare insetti possa essere di aiuto in alcuni contesti per sopperire alla mancanza di fonti proteiche. 

 

La DG Sanco sta sviluppando un dossier a cui mancano ancora alcuni dati, per i quali è stato appunto richiesto il parere dell’EFSA: i metodi di allevamento, il processo di produzione di materie prima che comprendono insetti, i processi di trasformazione dall’insetto al prodotto mangimistico, il consumo dei prodotti a base di insetti da parte di animali domestici, animali da reddito ed esseri umani.

 

Foto: Pixabay

co.col.