Home Economia Cereali: la campagna si conferma sopra la media

Cereali: la campagna si conferma sopra la media

100
0

Per il secondo anno consecutivo si conferma una campagna cerealicola con raccolti sopra le media: 302 milioni di tonnellate, in grado di supportare il record di esportazioni che dovrebbe raggiungere i 42 milioni di tonnellate. A dirlo sono le elaborazioni contenute nel rapporto di breve termine della Commissione Europea che prevedono un ulteriore aumento per la campagna 2014-2015 con la quale si dovrebbe toccare quota 303 milioni di tonnellate.

 

Confermate le attese

In conseguenza dell’export sostenuto, secondo gli analisti di Bruxelles, il riassortimento degli stock sarà limitato e il rapporto legato alle riserve salirà solo lievemente dal 10 al 12%. Nel dettaglio, la produzione di cereali è il 5% al di sopra delle media degli ultimi 5 anni e di oltre l’8% a livello congiunturale. Le esportazioni del grano volano, il 43% sopra la media, con 29 milioni di tonnellate sul mercato estero. Il grano tenero resta il primo cereale per raccolto con una produzione finale di 15 milioni di tonnellate (5,7% sopra la media), seguito dal mais con 65 milioni (9,6% sopra la media) e l’orzo a quota 59 milioni di tonnellate (5,9% sopra la media). Il grano duro in controtendenza, con un calo del 10% (costante dal 2007) e un raccolto pari a 7,8 milioni di tonnellate dovuto principalmente alla riduzione dell’estensione delle coltivazioni specialmente in Francia. I rendimenti dei raccolti disegnano un altro trend positivo, con un incremento complessivo dell’8% rispetto all’anno precedente grazie alle condizioni climatiche favorevoli. Nel dettaglio salgono il frumento tenero (+7,3%), orzo (+10%), mais (+11%). I forti aumenti dei rendimenti sono legati, come detto, alle migliori condizioni meteo che hanno spinto soprattutto le coltivazioni in Spagna, Ungheria e nelle regioni balcaniche, colpite nella stagione precedente da una forte siccità.

 

foto: © Superingo – Fotolia.com

Cosimo Colasanto