Home Economia Soia, previsto un calo dei prezzi del 20%

Soia, previsto un calo dei prezzi del 20%

293
0

Le previsioni riguardanti i raccolti di soia per l’anno 2013/2014 sono talmente rosee da far stimare un aumento del 4,2% della farina di soia destinata alla mangimistica, che raggiungerà i 186,9 milioni di tonnellate. A svelarlo sono le stime elaborate da Oil World, risorsa di informazioni sugli oli di semi con base ad Amburgo, secondo cui nella prossima annata i raccolti di soia aumenteranno del 6,8%, raggiungendo i 284,22 milioni di tonnellate. Non solo, la stagione inizierà con uno stock di invenduto pari a 61,7 milioni di tonnellate. Anche da questo punto di vista il mercato della farina di soia utilizzata per mangimi si troverà nella stessa condizione, con uno stock di invenduto pari a 7,6 milioni di tonnellate.

 

La situazione dipinta ha tutte le caratteristiche adatte per lasciar prevedere una caduta dei prezzi della soia e della sua farina. I raccolti e le scorte dovrebbero, infatti, superare di gran lunga le stime riguardanti i consumi, che si dovrebbero assestare attorno ai 270,9 milioni di tonnellate. Secondo Oil World sarà proprio la farina di soia – per cui le previsioni parlano di un consumo di 186,5 milioni di tonnellate, ben al di sotto della somma fra scorte di invenduto e le previsioni sui raccolti – il prodotto il cui prezzo tenderà maggiormente al ribasso.

 

Al lordo dei costi di trasporto, in Europa i prezzi della soia dovrebbero diminuire del 20% tra luglio 2013 e giungo 2014, mentre il pellet di farina di soia brasiliana dovrebbe subire una riduzione dei prezzi del 22%.

 

Foto: Pixabay

Silvia Soligon