Home Attualità Il Ministro Patuanelli incontra il direttore Fao, al centro del colloquio il...

Il Ministro Patuanelli incontra il direttore Fao, al centro del colloquio il prossimo G20

186
0

Rafforzare la collaborazione per la trasformazione dei sistemi agroalimentari, affrontare la fame e la malnutrizione. Sono solo alcuni dei temi al centro dell’incontro tra il Direttore Generale della FAO QU Dongyu e Stefano Patuanelli, ministro per le Politiche Agricole, Alimentari e Forestali. Il colloquio è stato anche l’occasione per fare il punto sul prossimo vertice sui sistemi alimentari delle Nazioni Unite.

Il Direttore Generale si è prima congratulato con il ministro per la sua nomina per poi ribadire il pieno sostegno della FAO alla Presidenza italiana del G20 quest’anno. Per il nuovo capo del dicastero è stato invece il momento di sottolineare la necessità di affrontare la questione dell’insicurezza alimentare cronica nel mondo. In particolare, Patuanelli ha espresso la disponibilità dell’Italia a mettere il tema in cima all’agenda del G20, soprattutto alla luce dell’attuale fase pandemica e dei suoi impatti dannosi sull’alimentazione e l’agricoltura. Anche il capo della FAO ha rimarcato l’urgenza di affrontare la fame e la malnutrizione, sottolineando che la pandemia aveva messo a nudo la fragilità dei sistemi agroalimentari, minacciando di spingere altri 132 milioni di persone tra le fila dei malnutriti.

Durante l’incontro il Direttore Generale ha anche rimarcato il suo profondo apprezzamento per il sostegno di lunga data dell’Italia che ospita la sede della FAO dal 1951. La FAO è pronta a collaborare con l’Italia per rendere i suoi sistemi agroalimentari più efficienti, più resilienti ai rischi naturali, e più inclusivi, colmando il divario di genere e il divario tra le popolazioni urbane e rurali. Parlando della via da seguire, il direttore generale ha citato tecniche agricole avanzate come l’irrigazione a goccia, la garanzia della diversità delle colture e la produzione di colture a emissioni zero come buoni esempi di innovazione in agricoltura. Concorde Patuanelli riguardo la necessità di investire nella resilienza dei sistemi agroalimentari, ripristinando l’impegno del suo Paese ad affrontare la fame e la povertà nel mondo, nonché a fare di più per condividere e promuovere la conoscenza e l’esperienza del settore agroalimentare del Paese in tutto il mondo . Entrambi hanno condiviso l’importanza di stimolare l’innovazione, le politiche abilitanti e gli investimenti strategici nel settore agroalimentare, nonché la necessità di potenziamento delle capacità nell’agricoltura digitale. Infine, è stato esaminato il progetto congiunto G20 Green Garden, che mira a contribuire a un’eredità storica offrendo vantaggi ambientali, estetici e ricreativi per i cittadini e i visitatori di Roma.

Foto: Pixabay