Home Attualità Stop ai dazi transatlantici, 72 associazioni tra Usa e Ue scrivono a...

Stop ai dazi transatlantici, 72 associazioni tra Usa e Ue scrivono a Biden e Von der Leyen

50
0

Sospendere i dazi sui settori estranei alle controversie commerciali transatlantiche in corso. Lo chiedono ben settantadue associazioni industriali americane ed europee attraverso una lettera inviata all’indirizzo del nuovo presidente degli Stati Uniti, Joseph R. Biden e al presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen. Tra i firmatari della missiva anche la Coceral, l’associazione europea che rappresenta il commercio di cereali, riso, mangimi, semi oleosi, olio d’oliva, oli e grassi e prodotti agricoli.

Per la coalizione la sospensione delle tariffe allevierà i danni economici e aiuterà a ristabilire una relazione commerciale transatlantica cooperativa. “Riteniamo che la sospensione immediata di queste tariffe sia un’azione necessaria e fondamentale, che fornirà uno stimolo economico in un momento in cui è più necessario”. Il riferimento è alla crisi economica innescata dalla pandemia di Covid19. “Le attuali controversie commerciali e le tariffe aggiuntive, che continuano a tormentare il commercio transatlantico, hanno peggiorato la situazione. Con i danni che abbiamo subito l’anno scorso e che stiamo ancora soffrendo, non si può permettere che la situazione attuale continui più a lungo”. Secondo le associazioni, la presenza del virus e “le necessarie chiusure di attività non essenziali continuano a influenzare l’economia globale, compresi i nostri settori che supportano milioni di posti di lavoro su entrambe le sponde dell’Atlantico”.

In attesa di una risposta da parte dei governi interessati, le associazioni sulle due sponde dell’Atlantico ricordano: “Le nostre industrie supportano un commercio costruttivo e fiorente ed una relazione economica tra gli Stati Uniti e l’Ue. La rimozione di queste tariffe fornirà lo slancio positivo per ripristinare le importanti relazioni bilaterali e gli sforzi di cooperazione per affrontare le sfide economiche globali. Inoltre, un impegno condiviso per evitare nuove tariffe aggiuntive creerà la certezza e la stabilità necessarie per far crescere l’economia transatlantica”.

Foto: Pixabay