Home Attualità Sud America, a causa del maltempo produzione inferiore alle previsioni

Sud America, a causa del maltempo produzione inferiore alle previsioni

320
0

Nelle ultime settimane, le condizioni climatiche altalenanti hanno tenuto col fiato sospeso i produttori di soia e cereali in Brasile e Argentina, ma non dovrebbero aver danneggiato seriamente il raccolto. Anche se si prevede che la produzione non raggiungerà livelli record, dovrebbe comunque risultare abbondante. Lo evidenzia un’analisi pubblicata sulla rivista World Grain, secondo cui gli sbalzi climatici che si sono verificati negli ultimi mesi nei due Paesi sudamericani avrebbero messo a repentaglio la redditività delle colture.

In Argentina, le piogge torrenziali cadute a metà della stagione di semina hanno provocato inondazioni in diverse regioni del territorio nazionale, spingendo gli agricoltori a credere che non avrebbero potuto completare la semina. Tuttavia, sono seguite due settimane di piogge limitate e temperature calde, che hanno permesso di concludere le operazioni di coltivazione. Nonostante il clima secco che ha caratterizzato le settimane successive – che avrebbe potuto danneggiare il raccolto di cereali e semi oleosi -, le stime evidenziano che la produzione argentina dovrebbe raggiungere quantità discrete nel 2017. Tuttavia, qualche ritardo è stato riportato: il 29 dicembre era stato piantato solo il 73% dei semi di mais, rispetto al 78% dell’anno precedente, e l’83% dei semi di soia, rispetto al 87% dell’anno prima. La semina del sorgo ha raggiunto il 74%, mentre la raccolta del grano è arrivata all’84%. Secondo gli esperti, dato che il restate 25% dei semi di mais e sorgo deve ancora essere piantato, è possibile che il raccolto risulti abbondante, se le condizioni climatiche risulteranno favorevoli.

In Brasile da ottobre a dicembre il clima è stato caratterizzato da condizioni quasi ideali per la semina. Tuttavia, la siccità sopraggiunta alla fine del mese di dicembre potrebbe aver compromesso il raccolto. Secondo le stime, se la scarsità d’acqua dovesse perdurare, potrebbe danneggiare la produzione di grano e semi oleosi. Tuttavia, gli esperti ritengono che per il momento la salute delle colture brasiliane sia migliore di quella osservata lo scorso anno, per cui le prospettive per il raccolto restano ancora positive. Anche se le previsioni sono meno favorevoli rispetto alle stime precedenti, occorre attendere le prossime settimane per verificare se effettivamente la produzione risentirà delle recenti condizioni climatiche avverse.

Foto: © chukov – Fotolia.com

red.