Home Attualità Settore agroforestale, fondamentale per contrastare cambiamenti climatici

Settore agroforestale, fondamentale per contrastare cambiamenti climatici

262
0

Il settore agroforestale può svolgere un ruolo fondamentale nel contrasto ai cambiamenti climatici. Lo sostiene l’Organizzazione per l’alimentazione e l’agricoltura (Fao), evidenziando che la combinazione di silvicoltura, allevamento e agricoltura potrebbe offrire benefici sociali, economici e ambientali.

“Un approccio che preveda l’impiego efficiente della terra, in cui i boschi possano essere gestiti in combinazione con le colture e con gli allevamenti, rappresenta una componente essenziale della transizione verso un’agricoltura sostenibile – afferma José Graziano da Silva, Direttore Generale della Fao -. Serve un maggiore coordinamento della gestione delle risorse naturali agricole e non agricole”.

Secondo la Fao, l’approccio diversificato all’utilizzo della terra proposto dal settore agroforestale rappresenta un esempio di come l’agricoltura possa contribuire agli sforzi globali profusi per ridurre le emissioni di gas serra. “Nell’ambito dell’agricoltura, l’adattamento e la mitigazione del cambio climatico sono due facce della stessa medaglia – aggiunge Maria Helena Semedo, Vice Direttore Generale della Fao -. Dobbiamo esplorare più a fondo i mutui benefici che l’adattamento, la mitigazione e lo sviluppo offrono”.

L’Organizzazione evidenzia, infine, la carenza dei fondi destinati all’agricoltura. Nonostante questo fattore rappresenti uno dei fattori che contribuiscono maggiormente alle emissioni di gas serra, nel 2014 solo il 2% degli investimenti per affrontare i cambiamenti climatici sono stati destinati al settore agricolo, ittico o forestale. Si tratta di una “quantità sproporzionatamente bassa”, secondo Graziano da Silva.

 

Foto: Pixabay

red.