Home Attualità Ogm: 5 cose da sapere sulle colture geneticamente modificate

Ogm: 5 cose da sapere sulle colture geneticamente modificate

70
0

C’è ancora molta confusione sugli organismi geneticamente modificati (Ogm). Molti ne parlano, ma pochi sanno esattamente di cosa si tratti. Per chiarire la natura, i benefici e le funzioni dei prodotti Gm, l’edizione online del The Wall street journal ha pubblicato un elenco delle principali cose da sapere sulle colture Gm.

1) Cosa sono le colture Ogm?
Si tratta di piante alterate geneticamente, che a seguito di questo processo presentano alcuni vantaggi. L’ingegneria genetica consente, infatti, di dotare alcune specie vegetali, come il mais e la soia, di caratteristiche in grado di aumentarne la produttività e la resistenza. Per esempio, alcune riescono a crescere in condizioni climatiche sfavorevoli, mentre altre resistono all’attacco di alcuni parassiti.

2) Come sono prodotte le colture Ogm?
Il trasferimento dei geni “vantaggiosi” all’interno delle cellule vegetali avviene attraverso due metodi. Il primo prevede l’impiego di un batterio, chiamato Agrobacterium tumefaciens, che ha la capacità di alterare il Dna delle piante. Il secondo consiste nel convogliare sulle piante una sorta di “proiettili”, che penetrano nelle strutture vegetali veicolando, al loro interno, i geni benefici.

3) Perché scegliere le colture Gm?
Utilizzarle permette di ridurre l’impiego degli antiparassitari, migliora la resa dei prodotti e riduce i costi.

4) Gli Ogm sono sicuri?
L’agenzia statunitense Food and Drug Administration ha effettuato numerosi controlli sugli organismi geneticamente modificati. Ha quindi concluso che questi prodotti sono sicuri e possiedono tutti i requisiti necessari per essere poter essere consumati da animali ed esseri umani.

5) Quali sono le colture Gm più diffuse negli Stati Uniti?
Nelle aziende agricole statunitensi vengono coltivati soprattutto mais, soia e cotone. Il Dipartimento dell’Agricoltura degli Usa (Usda) ha anche approvato la coltivazione di diverse varietà geneticamente modificate di erba medica, colza, barbabietola da zucchero, zucca e papaia. È stato anche dichiarato sicuro il consumo di un salmone Gm, che cresce più velocemente rispetto al pesce tradizionale.

 

Foto: Pixabay

red.