Home Attualità Usa, inondazioni provocano rialzo dei prezzi di soia e mais

Usa, inondazioni provocano rialzo dei prezzi di soia e mais

166
0

Le cattive condizioni climatiche hanno determinato l’aumento del prezzo del mais e della soia statunitensi. Il costo della soia è infatti salito a 70 centesimi per bushel, la quotazione più elevata da metà novembre. Anche il prezzo del mais è cresciuto, passando da 37 a 49 centesimi per bushel in una sola settimana. Tutta colpa delle inondazioni che hanno recentemente colpito diverse zone degli Stati Uniti, come riporta l’agenzia di stampa Reuters. Le avversità climatiche hanno, infatti, reso complicato il trasporto dei cereali e, in alcuni casi, hanno indotto i produttori a chiudere i depositi e a interrompere temporaneamente la vendita, per non rischiare di perdere il raccolto.

Dato che molte strade allagate sono state chiuse, il trasferimento dei cereali è diventato più costoso, perché i trasportatori sono costretti a trovare percorsi alternativi. I costi della consegna hanno quindi portato all’aumento dei prezzi, che non è stato bilanciato da una riduzione dei costi del prodotto. Per il momento, infatti, i produttori non sembrano intenzionati a svendere il raccolto.

L’aumento improvviso dei prezzi di mais e soia potrebbe, secondo gli analisti, determinare una situazione di stallo: da una parte gli agricoltori non sono disposti a vendere a basso prezzo i cereali, dall’altra i commercianti non intendono aumentare le loro offerte, dato che la produzione risulta abbondante. Questo, a sua volta, potrebbe anche danneggiare le esportazioni, visto che i rivali dell’America meridionale offrono prodotti economicamente più competitivi.

 

Foto: Pixabay

redazione