Home Attualità Ifif e Fefana: sistema per valutare impatto ambientale di ingredienti speciali

Ifif e Fefana: sistema per valutare impatto ambientale di ingredienti speciali

72
0
metano

Realizzato un sistema in grado di valutare l’impatto ambientale determinato dalla produzione di alimenti per animali. In particolare, il metodo permette di rilevare gli effetti sull’ambiente causati dall’impiego, durante il processo produttivo, degli “ingredienti speciali per mangimi”, come aminoacidi ed enzimi. A metterlo a punto è stato il consorzio “Specialty feed ingredients sustainability project consortium”, che ha sviluppato la metodologia nel corso di uno studio che è stato commissionato dall’Ifif (Federazione internazionale dei produttori di mangimi) e da Fefana (Associazione europea delle specialità, ingredienti e le loro miscele per l’alimentazione animale). I risultati saranno pubblicati a breve sulla rivista Journal of Animal Science.

La ricerca fornisce solide evidenze scientifiche del fatto che l’impiego di ingredienti speciali, come aminoacidi e fitasi, contribuisce a mitigare gli effetti sull’ambiente dell’allevamento di pollame e suini. L’aggiunta di questi speciali ingredienti riduce, infatti, il rilascio di azoto e fosforo nell’atmosfera. Inoltre, limita la necessità di ricorrere a risorse limitate, come il fosfato. I risultati sono stati validati da un consiglio scientifico indipendente, composto da esperti internazionali nel campo della nutrizione animale e della metodologia Life cycle assessment – che valuta l’insieme delle interazioni che un prodotto ha con l’ambiente, durante il suo intero ciclo di vita.

“Lo sviluppo di regole precise rappresenta un importante traguardo per l’industria degli ingredienti speciali per mangimi, perché stabilisce norme comuni che possono essere utilizzate da tutti – dichiara Michael Binder, Presidente del Comitato tecnico Sfis -. Con la creazione di un approccio standard, il progetto Sfsi consentirà di includere gli ingredienti speciali per mangimi nella valutazione delle misure volte a ridurre l’impatto ambientale della produzione animale, a livello globale”.

 

Foto: © Pavel Losevsky – Fotolia

redazione