Home Attualità Stress da rientro a scuola: il pollo aiuta a combatterlo

Stress da rientro a scuola: il pollo aiuta a combatterlo

89
0
carne avicola

Lo “stress da rientro” non interessa soltanto gli adulti: colpisce anche uno studente su due al ritorno dalle vacanze estive. Mangiare il pollo, tuttavia, aiuta a combatterlo. Un’alimentazione bilanciata, infatti, costituita da carni bianche, pesce, uova, frutta e verdura, permette a bambini e ragazzi di alleviare la fatica e li aiuta a riacquistare l’equilibrio psicofisico. Ad affermarlo è il prof. Pietro Antonio Migliaccio, Presidente della Società italiana di scienza dell’alimentazione (Sisa), che evidenzia l’apporto nutritivo del pollo: “Fornisce proteine di alto valore biologico, fondamentali per la reazione di adattamento allo stress da rientro”.

Per ritrovare energia e affrontare l’anno scolastico con il giusto spirito, ci sono alimenti particolarmente indicati: “È preferibile consumare cibi leggeri ma che contengano tutti i nutrienti necessari per vincere lo stress – spiega il nutrizionista –. Scegliamo carni bianche, preferibilmente il pollo, pesce, verdura cruda o cotta, frutta fresca e secca”.

Il pollo, in particolare, non deve mancare nella dieta dei più giovani, perché contiene sostanze nutritive essenziali per il loro benessere psicofisico. “Il pollo fornisce proteine di alto valore biologico: 19 g per 100 g di pollo intero e 23 g per 100 g di petto di pollo – precisa il prof. Migliaccio -. Queste proteine apportano un pool di amminoacidi completo che permette la corretta sintesi di ormoni e neurotrasmettitori fondamentali per la reazione di adattamento allo stress da rientro”.

Inoltre, questo tipo di carne contiene un’elevata dose di ferro: “circa 0,7 mg per 100 grammi di pollo intero. Questo elemento è fondamentale per la sintesi dell’emoglobina indispensabile per portare l’ossigeno a tutti i tessuti ed accrescere la resistenza alla stanchezza e allo stress. Apporta inoltre potassio, calcio, magnesio e zinco: tutti elementi coinvolti in numerosi processi biochimici tra i quali ricordo la contrazione dei muscoli e del cuore, la conduzione degli impulsi nervosi ed il corretto funzionamento del sistema nervoso.”

Oltre tutto, il pollo rappresenta anche uno degli alimenti più amati tra gli under 18. Secondo un sondaggio Doxa, si piazza al secondo posto tra i cibi preferiti di bambini e teenager, con il 41% delle preferenze. Grazie alla sua versatilità e alla facilità di preparazione, inoltre, è apprezzato anche dalle mamme: 9 su 10 lo portano in tavola almeno una volta alla settimana.

 

Foto: Pixabay

Nadia Comerci