Home Attualità Mercato europeo dei semi, entro il 2019 toccherà i 24 miliardi di...

Mercato europeo dei semi, entro il 2019 toccherà i 24 miliardi di dollari

98
0
sementi

Entro il 2019, il mercato dei semi in Europa dovrebbe aumentare di 10 miliardi di dollari. È quanto emerge dal rapporto: “Seed Market in Europe 2015-2019”, pubblicato dagli analisti della società Technavio. Secondo il documento, la Francia, i Paesi Bassi e la Germania rientrano fra i primi quattro esportatori di semi al mondo. Pertanto, avranno un ruolo fondamentale nel sostenere la crescita del mercato delle sementi in Europa.

Il comparto europeo è costituito da quasi 7.200 aziende sementiere, che offrono lavoro a oltre 50.000 dipendenti. Forniscono il 20% della produzione totale di semi per la produzione di olio, come quelli di girasole, di mais e di colza.

Dal rapporto emerge che, nel periodo compreso tra il 2014 e il 2019, il mercato europeo delle sementi dovrebbe crescere a un tasso di crescita annuale composto (Cagr) del 10,57%. Si prevede, inoltre, che il mercato raggiunga un valore di 24 miliardi di dollari, quasi 10 miliardi in più di quello attuale, pari a 14,52 miliardi di dollari.

Il quinquennio 2014-2019 sarà caratterizzato, secondo gli analisti di Technavio, da due elementi chiave: la crescente domanda di biocarburanti e l’aumento della richiesta, da parte dei produttori europei, di semi Ogm con alte prestazioni e di semi ibridi.

Nel 2014 i terreni europei impiegati per la produzione di sementi ha raggiunto quasi i 2 milioni di ettari. L’area impiegata per la coltivazione di questi prodotti sembra, inoltre, destinata ad ampliarsi ulteriormente, in concomitanza con la crescita del mercato.

Il segmento produttivo maggiore è costituito dai semi di grano e dai semi oleosi, che nel 2014 hanno occupato una quota di mercato pari al 76,47%. Tuttavia, è previsto un aumento anche del settore dei semi di frutta e vegetali. Inoltre, in futuro potrebbero entrare nel mercato nuove varietà, dato che il 12-15% del fatturato viene reinvestito nel settore ricerca e sviluppo.

Nel 2014, il maggior esportatore mondiale di semi è stato la Francia, seguita da Paesi Bassi, Stati Uniti e Germania. L’Ungheria, l’Italia e la Danimarca rientrano fra i primi 10. Pertanto, l’Europa raggruppa 6 dei 10 maggiori esportatori di semi al mondo. Tra i paesi latino-americani il principale è il Cile, mentre fra quelli asiatici domina la Cina.

 

Foto: Pixabay

n.c.