Home Attualità Usa, forti piogge potrebbero costare caro ai coltivatori di mais e soia

Usa, forti piogge potrebbero costare caro ai coltivatori di mais e soia

263
0

Le forti piogge che si sono abbattute quest’estate sul territorio statunitense potrebbero causare ingenti perdite agli agricoltori americani di mais e soia, soprattutto negli stati del Midwest. Lo affermano gli analisti Usa in un articolo pubblicato sul sito Kwtx, in attesa della pubblicazione del rapporto sullo stato delle colture da parte del Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti (Usda), previsto per il 12 agosto. 

In Illinois e in Indiana le precipitazioni hanno raggiunto valori record in giugno. Invece, il Missouri, l’Ohio, il Michigan e il Kansas sono stati interessati dagli acquazzoni a partire da fine maggio. In questi paesi, il brutto tempo è perdurato fino al mese di luglio. 

Le piogge torrenziali hanno provocato l’allagamento di molti campi coltivati e, in molti casi, hanno rovinato le colture. Per lo più, lo sviluppo e la salute delle piante superstiti sono stati danneggiati. Secondo Chris Hurt, un economista agricolo della Purdue University di West Lafayette (Usa), le perdite per i coltivatori di mais e di soia raggiungeranno i 500 milioni di dollari nel solo stato dell’Indiana. Le autorità governative del paese, infatti, hanno richiesto la dichiarazione dello stato di “calamità federale” per 53 delle sue 92 contee.

 

Foto: Pixabay

redazione