Home Attualità Pac, promossa strategia nazionale di sostegno alla gestione del rischio

Pac, promossa strategia nazionale di sostegno alla gestione del rischio

164
0

Per tutelare il reddito dei produttori agricoli, l’Italia dovrà incentivarne l’accesso agli strumenti assicurativi e mutualistici per la gestione del rischio. Di questo si discuterà durante l’incontro organizzato dal Ministero delle Politiche Agricole e dall’Ismea (Istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare), che si terrà il 26 giugno a Milano, presso la sede dell’Expo. Durante l’evento, verranno presentati i nuovi strumenti per la gestione del rischio previsti dalla Politica Agricola Comune (Pac) 2014-2020.

L’obiettivo del convegno, in particolare, è quello di favorire un confronto sulla nuova strategia nazionale in materia di sostegno alla gestione del rischio. La necessità di affrontare questo tema nasce dalla constatazione che lo scenario di riferimento per gli agricoltori europei è cambiato profondamente. La maggiore vulnerabilità ai rischi naturali e l’aumento della concorrenza, caratteristico del mercato globale, hanno determinato un incremento dell’esposizione al rischio associato all’attività d’impresa. Per garantire al settore agricolo adeguati livelli di protezione, la riforma della Pac ha rafforzato la strumentazione comunitaria a disposizione degli Stati membri.

La programmazione 2014-2020 prevede che l’Italia sostenga, con una dotazione finanziaria di 1,64 miliardi di euro, l’accesso degli agricoltori agli strumenti assicurativi e mutualistici per la gestione dei rischi, anche tramite soluzioni innovative quali l’Income Stabilization Tool (IST). L’obiettivo del Pac è quello di rafforzare l’intervento pubblico a sostegno della gestione del rischio, tramite una sua modernizzazione e una maggiore diffusione territoriale. Per farlo, sarà necessario puntare su prodotti e strumenti innovativi, oltre che sulla semplificazione amministrativa apportata dal “Progetto Agricoltura 2.0”.

Foto:  © chukov – Fotolia.com

redazione