Home Attualità Allevamenti, ecco come comportarsi in inverno

Allevamenti, ecco come comportarsi in inverno

360
0

Nei mesi invernali anche il bestiame ha bisogno di cure particolari. Ecco quali sono i principali aspetti da tenere in considerazione secondo Gretchen Wilson, veterinaria dell’Ashland Area Veterinary Clinic Ashland, nel Wisconsin.

 

L’alimentazione. Il freddo aumenta il fabbisogno calorico degli animali, che può arrivare a raddoppiare solo per mantenere la temperatura corporea a livelli compatibili con la vita. Ciò non significa solo arricchire i mangimi di proteine, ma, più in generale, fornire agli animali cibo di buona qualità e denso di nutrienti. Per evitare la competizione per il mangime è bene evitare il sovraffollamento degli ambienti e tenere sempre sotto controllo la situazione.

 

I microbi e i parassiti. Pidocchi, pulci, scabbia, parassiti intestinali e microbi sottraggono energie agli animali che li devono combattere. Per questo è bene informarsi sulle precauzioni da prendere prima che gli animali si ammalino. I bovini, ad esempio, potrebbero dover essere vaccinati contro la polmonite e il Clostridium.

 

L’idratazione. Gli animali devono avere sempre a disposizione acqua a sufficienza. Abbeveratoi riscaldati possono essere una buona idea per gli animali che vivono al freddo.

 

Il ricovero. La soluzione migliore varia da caso a caso. Per alcune razze di bovini sono sufficienti degli alberi che le riparino dal vento, mentre le mucche da latte hanno bisogno di rifugiarsi in un fienile, soprattutto se i vitelli sono ancora giovani. In ogni caso un giaciglio asciutto aiuta qualsiasi animale a non disperdere calore al contatto con il suolo freddo, l’importante è assicurarsi che oltre ad essere riscaldato l’ambiente sia adeguatamente ventilato, in modo da evitare di aumentare i rischi di malattie respiratorie. Per questo è importante regolare in modo opportuno il flusso dell’aria.

 

La sicurezza. Gli animali devono essere tenuti alla larga dal ghiaccio per evitare traumi che possono compromettere la loro salute e quella dell’intero allevamento.

 

Il trasporto. E’ meglio evitare gli spostamenti quando il tempo atmosferico non è favorevole.

 

Foto: Pixabay

Silvia Soligon