Home Attualità Cani, gatti and Co.: come proteggere i cuccioli dal freddo

Cani, gatti and Co.: come proteggere i cuccioli dal freddo

165
0

Quali sono le esigenze dei cuccioli di casa durante l’inverno? Come accade per l’uomo, anche i suoi amici pet hanno bisogno di proteggersi dagli effetti del freddo. A spiegarlo è Gretchen Wilson, veterinaria dell’Ashland Area Veterinary Clinic, nel Wisconsin, secondo cui le conseguenze della mancanza di opportuni accorgimenti possono essere addirittura fatali per cani, gatti and Co.

 

Il primo aspetto da tenere in considerazione è che la diminuzione delle temperature aumenta il fabbisogno calorico degli animali, che per mantenere la loro temperatura corporea possono aver bisogno del doppio delle energie richieste nei mesi meno freddi. Per questo è indispensabile fornire loro del cibo di buona qualità e ricco di nutrienti ed evitare che i diversi animali che convivono nella stessa famiglia competano per gli alimenti, rubandoseli l’un l’altro. Anche l’acqua è importante, soprattutto per i cani, che devono bere più volte al giorno.

 

In secondo luogo, è importante proteggere gli animali domestici da microbi e parassiti, come pulci, pidocchi e parassiti intestinali. Un sistema immunitario in lotta contro i patogeni sottrae energie preziose per affrontare il freddo. Fondamentale è l’uso di prodotti che riducono il rischio che i cani prendano le zecche.

 

Per quanto riguarda, invece, il giaciglio, ogni animale ha le sue esigenze specifiche e spesso la scelta migliore è chiedere consiglio al veterinario di fiducia. Alcuni pet durante l’inverno non possono assolutamente vivere all’aperto, mentre altri sopportano il freddo solo per pochi minuti. Ad essere più a rischio sono gli animali più piccoli, che possono contrarre malattie che riducono le loro capacità di affrontare il freddo. Quelli più anziani, invece, possono avere a che fare con peggioramenti dei sintomi dell’artrite. Per questo in alcuni casi l’uso di cappottini e coperte non è una precauzione superflua. Allo stesso modo, gli animali devono essere portati all’aria aperta solo se il loro pelo è completamente asciutto. Attenzione anche alle zampe, in cui possono rimanere intrappolati pezzi di ghiaccio. Quest’ultimo rappresenta anche un pericolo in termini di potenziali traumi: meglio evitare di lasciar camminare cani e gatti su superfici sulle quali potrebbero scivolare.

 

La cuccia dei cani che vivono all’aperto deve invece essere collocata al riparo dal vento e isolata su tutti i lati, pavimento incluso. Per evitare l’accumulo di acqua è meglio sostituite eventuali tappetini con del pagliericcio o con del truciolato. Vietato, invece, l’uso dell’elettricità per scaldare, ad esempio, le coperte elettriche: il pericolo è troppo elevato.

 

Infine, attenzione alla vostra automobile: i gatti amano coccolarsi con il calore del motore appena spento, ma potrebbero cercare di bere l’acqua che fuoriesce dal radiatore, nella quale potreste aver messo dell’antigelo tossico. E se volete portare il vostro pet in viaggio, ricordate che anche per lui la scelta migliore è stare nell’abitacolo riscaldato.

 

Foto: Pixabay

Silvia Soligon