• Insetti, orzo e pesci, nuove fonti alimentari si fanno strada

    Print
    Mangimi

    La ricerca sugli insetti come nuova risorsa alimentare per gli animali e le alternative sostenibili alla farina di pesce. Sono alcune dei temi che hanno attirato maggiormente l'attenzione degli addetti ai lavori e dell'opinione pubblica nell'anno che volge al termine. Ecco come FeedNavigator, il noto portale dedicato all'alimentazione animale, ha sintetizzato 12 mesi di notizie. Al primo poso ci sono sicuramente i tentativi che la ricerca sta facendo per la necessità di trovare fonti più sostenibili per il reperimento di proteine destinate alla nutrizione animali.

     

    Alla ricerca sulle risorse entomologiche va la palma come tema più “cliccato” dell'anno. Le larve della mosca soldato come sostituti alimentari della farina di soia, infatti, è il punto di partenza per una ricerca che terrà banco nei prossimi mesi e anni e che verrà riproposta anche durante Expo 2015. Un'altra curiosità riguarda il riutilizzo di prodotti derivati da scarti di altri settori industriali. Fa sicuramente notizia, infatti, il riferimento all'orzo non utilizzato per la fermentazione della birra “riciclato” come alimento per gli animali grazie ad un brevetto che migliora il suo valore nutrizionale. I primi due filoni d'indagine fanno il paio con l'accelerazione decisa che l'industria mangimistica sta producendo verso fattori nutritivi alternativi alla farina di pesce per il settore dell'acquacoltura. Diverse multinazionali hanno intrapreso uno sforzo scientifico per individuare nuovi fonti nutrizionali. Il 2015 sicuramente porterà dati in più.

    co.col. 28-12-2014 Tag: mangimiindustria mangimisticaproteinescienze animalisicurezza alimentare
Articoli correlati