• Convegno europeo sulla nutrizione, gli effetti dei latticini sulla salute umana

    Print
    Latte

    Le linee guida sulla corretta alimentazione dovrebbero focalizzarsi sugli alimenti, piuttosto che sui singoli nutrienti. Ciò significa che non dovrebbero spingere la popolazione a eliminare tutti i cibi contenenti grassi saturi, ma solo quelli che risultano nocivi per la salute. Pertanto, sarebbe opportuno valutare bene l'ipotesi di eliminare dalla dieta i prodotti lattiero-caseari, che contengono invece diverse sostanze nutritive benefiche per l'organismo. Ad affermarlo è il Dairy Council, in occasione del simposio: “Regular Fat Dairy Foods in Nutrition and Health: The Latest insights” che si svolge oggi a Berlino, nell'ambito del 12° Convegno europeo sulla nutrizione. Nel corso dell'evento saranno presentate le ricerche e le scoperte nutrizionali più recenti nel settore dei prodotti lattiero-caseari.

    "Il latte e i latticini sono alimenti nutrienti, che forniscono una vasta gamma di sostanze nutritive in quantità significative alle persone di tutte le età, ma sono spesso presi di mira dalle campagne pubbliche dirette a ridurre l'assunzione di grassi saturi – dichiara Anne Mullen, Direttrice dell'area Nutrizione del Dairy Council -. Recentemente, invece, alcune ricerche hanno messo in dubbio il rischio cardiometabolico associato al consumo di grassi saturi, contestando l'idea che tutti gli acidi grassi saturi producano lo stesso effetto. Questo settore, infatti, è diventato molto più vario negli ultimi anni. Occorre valutare bene quali cibi dovrebbero essere presi di mira dalle iniziative volte a promuovere la salute dei cittadini. Esistono molti studi, infatti, che sottolineano le qualità nutrizionali dei prodotti lattiero-caseari.

    Durante il convegno, saranno presentati i lavori di numerosi esperti. Il Professor Philippe Legrand, Direttore del Laboratorio di biochimica e nutrizione umana dell'Università Agraria di Rennes (Francia), esporrà la proposta di rivalutare le vigenti raccomandazioni sull'apporto degli acidi grassi nelle diete. Il professor Benoît Lamarche, docente di Nutrizione presso la Laval University di Québec (Canada), presenterà i risultati di uno studio che dimostra come il consumo di latticini non aumenti il rischio di malattie coronariche ma, anzi, possa aiutare a prevenirlo. Il dottor Ulrika Ericson, ricercatore del Lund University Diabetes Centre di Malmö (Svezia), descriverà i risultati di una ricerca che dimostra come i prodotti lattiero-caseari ad alto contenuto di grassi sono associati a una riduzione del rischio di diabete di tipo 2. Infine, il professor Arne Astrup, Capo del Dipartimento di Nutrizione dell'Università di Copenaghen (Danimarca), illustrerà gli effetti cardio-protettivo del formaggio.

    redazione 21-10-2015 Tag: latticinilattegrassi saturiprodotti lattiero-caseariDairy Council
Articoli correlati