• Alghe, ingrediente-base per la produzione di mangimi e biocarburanti

    Print
    Alghe

    Le alghe marine potrebbero rappresentare un'ottima base di partenza per la realizzazione di mangimi e di combustibili “verdi”. Ad affermarlo sono i ricercatori del Marine Algae industrialization Consortium (Magic), che riunisce esperti provenienti da numerosi istituti universitari e industrie statunitensi.

    Gli scienziati ritengono che potrebbero esistere fino a 800 mila diverse specie di alghe, ognuna delle quali è dotata di caratteristiche e profili nutrizionali specifici. Alcune, pertanto, potrebbero essere utilizzate proficuamente per produrre alimenti per animali e biocarburanti.

    Gli studiosi hanno già realizzato mangimi contenenti microalghe al posto della farina di mais e di soia. Li hanno poi testati su suini e pollame. Hanno così scoperto che, rispetto ai mangimi tradizionali, forniscono un maggiore apporto di acidi grassi e ferro. Si tratta di due sostanze ritenute fondamentali per la dieta dei maiali. Inoltre, gli acidi grassi omega 3 e omega 6 presenti nelle alghe migliorerebbero il contenuto nutrizionale della carne di pollo.

    I ricercatori stanno ancora perfezionando i loro mangimi alle alghe. Ma dichiarano di essere convinti dell'utilità di utilizzare le piante marine al posto dei cereali. In questo modo, spiegano, la produzione degli alimenti zootecnici risulta più sostenibile. Inoltre, i mangimi prodotti con le microalghe risultano meno indigesti per gli animali.

    red. 05-11-2015 Tag: alghemangimizootecniasostenibilitàbiocarburanti
Articoli correlati