• Ifif: innovazione tecnologica per limitare emissioni gas serra

    Print
    Zootecnia

    Promuovere l'innovazione tecnologica per limitare l'emissione di gas serra anche nell'ambito della produzione zootecnica. È quanto si propone di fare l'Ifif (Federazione internazionale dei produttori di mangimi), che sta collaborando con specialisti provenienti da tutto il mondo, organizzazioni internazionali e membri della filiera agro-alimentare per realizzare un sistema in grado di abbattere il rilascio di sostanze inquinanti.

    L'Ifif è impegnata a migliorare la sostenibilità della produzione alimentare. L'obiettivo è quello di garantire, in ogni parte del mondo, la fornitura di alimenti e di mangimi sicuri, economici e nutrienti. Inoltre, la Federazione sta lavorando anche per limitarel'impatto ambientale della produzione zootecnica. Quest'iniziativa risulta particolarmente importante anche alla luce dell'aumento, registrato negli ultimi anni, della richiesta mondiale di alimenti di origine animale, che secondo le stime ufficiali dovrebbe continuare a crescere anche nei prossimi decenni.

    L'Ifif è uno dei membri fondatori del Global Feed Lca Institute (Gfli) che si prefigge l'impiego, su scala globale, di un metodo standard per la valutazione e l'analisi comparativa dell'impatto ambientale della produzione mangimistica. Inoltre, insieme a Fefana (Associazione europea delle specialità, ingredienti e le loro miscele per l’alimentazione animale), l'Ifif ha anche realizzato un sistema che permette di rilevare gli effetti sull'ambiente causati dall'uso, durante il processo di realizzazione degli alimenti per animali, degli “ingredienti speciali per mangimi”.

    “Grazie alle innovazioni introdotte, l'industria mangimistica ha dimostrato di essere un elemento fondamentale del processo diretto a rendere la produzione zootecnica più sostenibile e a ridurre le emissioni di gas serra – spiega Alexandra de Athayde, Direttore esecutivo Ifif -. Data la diversità dei sistemi di produzione di tutto il mondo, è importante trovare soluzioni che funzionino a livello locale, garantendo nel contempo la sicurezza alimentare e la qualità dei prodotti nel percorso che va dal terreno alla tavola. Ifif continuerà a sostenere le soluzioni basate sul metodi scientifici e la necessità di migliorare le strumentazioni tecnologiche. Inoltre, seguiterà ad appoggiare la necessità di stringere accordi regolatori e di garantire un commercio libero ed equo, come basi per ottenere, in futuro, una produzione sostenibile”.

    red. 10-12-2015 Tag: ififproduzione zootecnicamangimiingredienti speciali per mangimiimpatto ambientale
Articoli correlati