• Russia, maggiore esportatore mondiale di grano nel 2016-17

    Print

    Previsto calo della produzione nell'Unione Europea

    Grano rese temperature

    Nella stagione 2016-17, la Russia diventerà il maggiore esportatore di grano al mondo, un traguardo mai raggiunto in precedenza. Lo sostiene il rapporto “World agricultural supply and demand estimates (Wasde)” pubblicato il 12 agosto dal Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti (Usda). Secondo le previsioni, le esportazioni russe del cereale dovrebbero toccare la quota record di 30 milioni di tonnellate, un risultato che riflette il forte aumento della produzione.

    L'Usda ritiene che il grano prodotto in Russia sia caratterizzato da condizioni di crescita eccellenti in tutto il paese, con rendimenti molto elevati. Tanto che le esportazioni dovrebbero arrivare a 30 milioni di tonnellate, superando quelle dell’Unione Europea, che dovrebbero fermarsi a 27 milioni di tonnellate. Secondo il Dipartimento americano, la riduzione delle esportazioni europee sarebbe dovuta al significativo calo della produzione francese, causato dalle piogge eccessive dell’ultima stagione.

    Il rapporto evidenzia, inoltre, che la produzione di grano è aumentata in diverse nazioni, soprattutto in Ucraina, dove le esportazioni dovrebbero passare da 2 a 14,5 milioni di tonnellate. È previsto un incremento delle esportazioni pari a 1 milione di tonnellate anche per Australia, Canada e Kazakistan. Infine, l’Usda prevede che complessivamente le esportazioni mondiali di grano dovrebbero raggiungere, nella stagione 2016-17, i 170,7 milioni di tonnellate.

    red. 30-08-2016 Tag: granoesportazionirussiaUSDAUnione Europea
Articoli correlati