• Sistema di comitatologia, dev'essere basato su presupposti scientifici

    Print

    Fefac e altri operatori economici chiedono alla CE di garantire la certezza del diritto

    Ue

    La federazione dei produttori europei di mangimi Fefac (European Feed Manufacturers' Federation) ha firmato una dichiarazione congiunta con cui si esorta la Commissione Europea a riflettere bene prima di considerare di modificare il sistema di comitatologia. In particolare, all'organismo europeo si chiede di prendere in dovuta considerazione l'importanza di assumere decisioni basate sulla scienza.

    Il termine comitatologia indica l'insieme delle procedure attraverso cui la Commissione Europea esercita le competenze di esecuzione conferitele dal legislatore dell'Unione, con l'assistenza dei comitati di rappresentanti dei paesi dell'UE. Questi comitati sono presieduti da un funzionario della Commissione e forniscono un parere sull'attuazione degli atti proposti dalla Commissione.

    I firmatari del documento, che rappresentano diversi settori economici direttamente o indirettamente colpiti dalle norme regolate dalla comitatologia, ritengono che le decisioni basate sulla scienza dovrebbero essere ritenute essenziali per consentire la certezza del diritto nell'Unione Europea. Nello specifico, sollecitano la Commissione Europea a:
    - garantire una corretta ed efficace attuazione della legislazione europea esistente in materia di comitatologia;
    - migliorare la certezza e la prevedibilità del diritto in modo da far crescere la fiducia dei settori economici nel sistema europeo;
    - ottimizzare il funzionamento del mercato unico e consentire l'accesso ai prodotti innovativi agli operatori economici di tutta la catena produttiva;
    - fare in modo che il processo decisionale sia basato sulla scienza, come elemento fondamentale per le aree governate dalla comitatologia;
    - prendere in considerazione l'effetto che un sistema non basato su presupposti scientifici avrebbe sulla ricerca, sull'innovazione e sugli investimenti in Europa;
    - evitare ulteriori complessità nel sistema di comitatologia, che rischierebbero di aumentare il numero dei passaggi necessari affinché venga assunta una decisione finale.

    I firmatari ritengono che le norme di comitatologia possiedano il potenziale per garantire il corretto funzionamento del mercato interno dell'UE e per promuovere l'innovazione, l'occupazione e la crescita economica. Per questo motivo, concordano pienamente con quanto dichiarato dal Presidente Jean-Claude Juncker: “Il lavoro, la crescita e gli investimenti torneranno in Europa solo se creeremo il contesto normativo adatto e promuoveremo un clima d'imprenditorialità e la creazione di posti di lavoro. Non dobbiamo soffocare l'innovazione e la competitività con normative troppo prescrittive e troppo dettagliate”.

    redazione 20-02-2017 Tag: FEFACnormativaUnione EuropeaCommissione europeascienzacomitatologia
Articoli correlati