• Le 15 tendenze in atto che interessano i sistemi alimentari

    Print

    A definirle è un rapporto Fao

    Agricoltura trattore %c2%a9 pershing   fotolia.com

    Cambiamenti climatici, rapido aumento della popolazione, sprechi alimentari e pressione sulle risorse naturali: sono solo alcune delle tendenze in atto che potrebbero mettere a rischio l'approvvigionamento di cibo da parte della popolazione mondiale. È quanto emerge dal rapporto The Future of Food and Agriculture: Trends and Challenges pubblicato dall'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura (Fao), secondo cui se gli attuali sistemi alimentari non verranno modificati, la sicurezza alimentare e la lotta alla malnutrizione potrebbero essere messe a rischio.

    “Sistemi di produzione agricola che richiedono un utilizzo intenso di input e di risorse – si legge nel rapporto -, e che hanno causato deforestazione massiccia, scarsità d'acqua, impoverimento del suolo e alti livelli di emissioni di gas serra, non possono fornire un'alimentazione e una produzione agricola sostenibili”.

    Gli esperti della Fao evidenziano che, attualmente, i sistemi alimentari di tutto il mondo sono interessati dalle seguenti tendenze:
    1) popolazione in rapido aumento mondo contrassegnata da zone critiche di crescita, dall’urbanizzazione e dall’invecchiamento;
    2) tendenze diversificate della crescita economica, del reddito familiare, degli investimenti agricoli, e della disuguaglianza economica;
    3) incremento della competizione per le risorse naturali;
    4) cambiamento climatico;
    5) stabilizzazione della resa agricola;
    6) malattie transfrontaliere;
    7) aumento dei conflitti, delle crisi e delle catastrofi naturali;
    8) povertà persistente, disuguaglianza e insicurezza alimentare;
    9) cambiamenti di dieta che colpiscono nutrizione e salute
    10) cambiamenti strutturali dei sistemi economici e implicazioni occupazionali;
    11) aumento della migrazione;
    12) modifica dei sistemi alimentari e conseguenze per i mezzi di sussistenza degli agricoltori;
    13) il persistere delle perdite e degli sprechi di cibo;
    14) nuovi meccanismi di governance internazionale per rispondere ai problemi di sicurezza alimentare e nutrizionale;
    15) cambiamenti nel finanziamento internazionale allo sviluppo.

    La Fao ritiene che per affrontare i problemi derivanti da questi trend, è necessario produrre quantità maggiori di cibo con meno risorse, salvaguardare le condizioni di vita dei piccoli agricoltori e garantire l'accesso al cibo ai più vulnerabili. Inoltre, occorre fare un uso più efficiente della terra, dell'acqua e degli altri fattori di produzione, ridurre l'impiego di combustibili fossili, tagliare le emissioni di gas serra prodotte dall'agricoltura e ridurre gli sprechi. Queste iniziative, spiegano gli esperti, richiederanno maggiori investimenti nei sistemi agricoli e agroalimentari, ma anche nella ricerca e nello sviluppo, per promuovere l'innovazione, sostenere gli aumenti di produzione sostenibili e trovare modi più efficienti di affrontare problemi come la scarsità d'acqua e il cambiamento climatico.

    Foto: © pershing - Fotolia.com

    red. 02-03-2017 Tag: sistemi alimentariagricolturafaoproduzione agricolasicurezza alimentaresprechi alimentariinnovazione
Articoli correlati