• Malnutrizione, per combatterla arriva il riso “multi-nutriente”

    Print

    La nuova varietà conterrà ferro, zinco e beta-carotene

    Riso %c2%a9 quade   fotolia.com

    Prodotto un riso "multi-nutriente" arricchito con ferro, zinco e beta-carotene. Lo comunicano, in uno studio pubblicato sulla rivista Scientific Reports, gli scienziati del Politecnico federale di Zurigo (Svizzera) che sono riusciti a modificare geneticamente le piante di riso, in modo da fare in modo che i chicchi contengano le tre sostanze nutritive.

    I ricercatori hanno individuato quattro geni che potrebbe essere inseriti nel genoma del riso tutti insieme, per migliorarne la composizione nutrizionale. Questo approccio permette di aumentare contemporaneamente la presenza di ferro, zinco e beta-carotene (il precursore della vitamina A) all’interno dei chicchi.

    Gli esperti ritengono che la nuova coltura potrebbe contribuire a contrastare la malnutrizione. Per molte persone, infatti, il riso rappresenta la principale fonte di sostentamento nutritivo. Tuttavia, anche se quest’alimento placa la fame, contiene solo pochi micronutrienti essenziali. Di conseguenza, grandi segmenti della popolazione sono malnutriti, soprattutto in Asia e in Africa. La diffusione del riso multi-nutriente potrebbe, quindi, fornire nutrienti benefici per la salute.

    “I nostri risultati dimostrano che è possibile combinare diversi micronutrienti essenziali (ferro, zinco e beta-carotene) in un’unica pianta di riso - spiega Navreet K. Bhullar, che ha coordinato la sperimentazione -. Sostituire il 70% del riso bianco che viene consumato attualmente con la varietà multi-nutriente potrebbe migliorare notevolmente l'introito della vitamina A e permettere di assumere con la dieta quantità sufficienti di ferro e di zinco”.

    Gli studiosi spiegano che la nuova varietà di riso multi-nutriente è ancora in fase di sperimentazione. Finora le piante sono state coltivate in serra e l’analisi del loro contenuto nutrizionale ha fornito risultati positivi. Il passo successivo, spiegano gli scienziati, consisterà nel testare le piante in campo aperto per verificare se anche in quelle condizioni conserveranno le stesse proprietà. Secondo le previsioni, entro cinque anni il riso multi-nutriente potrà essere immesso sul mercato e utilizzato per combattere la malnutrizione.

    Foto: © Quade - Fotolia.com

    n.c. 18-08-2017 Tag: risoricercaagricolturabiotecnologieingegneria genetica
Articoli correlati