• Mangimi: nel 2018 produzione in crescita dell’1,7%, fatturato settore sfiora i nove miliardi

    Print
    Bovini pixabay

    Un aumento di produzione di circa il 2%, per un ammontare complessivo di poco meno di 14,5 milioni di tonnellate di mangimi. Un fatturato di 8,88 miliardi di euro, nel cui computo è incluso il sistema mangimistico nel suo complesso. Un leggero incremento dell’occupazione che, ormai, sfiora le diecimila unità. I principali indicatori del settore sono stati comunicati nel corso dell’Assemblea annuale di Assalzoo, l’Associazione nazionale tra i produttori di alimenti zootecnici, il 19 giugno a Roma.  

    “Sono dati – sottolinea il Presidente Assalzoo, Marcello Veronesi – che testimoniano lo stato di salute dell’industria mangimistica italiana, un’industria capace di raccogliere le sfide dei mercati e di garantire in continuità un’eccellenza di prodotto per l’intero sistema zootecnico italiano. Altro dato positivo che voglio sottolineare, visto il ruolo essenziale del capitale umano in settori ad alta tradizione come il nostro, è la continua crescita dell’occupazione che testimonia ancora una volta come la mangimistica sia una presenza importante nel tessuto produttivo dell’economia nazionale”. 

    Entrando nel dettaglio dei numeri, si nota come - sulla scia del 2017 - sia proseguito il trend di crescita. A livello di produzione si è passati da 14.228.000 tonnellate a 14.475.000 tonnellate nel 2018, con un aumento dell’1,7%. Anche il fatturato riferito alle sole vendite del comparto mangimistico si trova in territorio positivo: + 3,1%, da 6,08 a 6,27 miliardi di euro.  

    Si tratta del quinto fatturato tra i settori principali dell’industria alimentare ma i numeri diventano ancora più importanti se, oltre ai mangimi per animali destinati all’alimentazione, si considerano anche premiscele e pet-food. In questo modo il totale del fatturato arriva a 8,879 miliardi di euro facendo scalare all’industria mangimistica una posizione nella graduatoria. In particolare, additivi e premiscele, determinanti per la preparazione dei mangimi, valgono 1,2 miliardi di euro, mentre gli alimenti per animali familiari valgono 1,43 miliardi di euro.  

    “Una novità – evidenzia Lea Pallaroni, segretario generale Assalzoo – che abbiamo voluto intraprendere da quest’anno è stata quella di allargare lo sguardo all’intero sistema mangimistico. È il risultato di un radicale ampliamento di visione in ottica di filiera, promosso con la nuova presidenza Veronesi. La mangimistica è un settore complesso che copre tutti gli aspetti dell’alimentazione animale, da qui la decisione di dare la giusta importanza ai numeri complessivi che delineano l’impatto economico del nostro comparto, nel settore alimentare”. 

    L’interconnessione con l’estero rappresenta un altro elemento distintivo. Negli ultimi dieci anni l’export è più che triplicato (+313%) mentre l’import è aumentato del 15%. Grazie a questo positivo dinamismo delle esportazioni il disavanzo commerciale, pur negativo, è in progressivo calo. Nel 2018 il valore delle importazioni è stato di 841 milioni di euro e di 725 milioni di euro per le esportazioni, con una differenza negativa di 116 milioni (nel 2017 il saldo commerciale era invece -164 mln di €). 

    Sempre incoraggianti, infine, sono anche i dati relativi all’occupazione. Il settore mangimistico è stato in grado, pur in un contesto economico non facile, di salvaguardare i posti di lavoro e il numero totale di addetti è addirittura cresciuto sull’anno precedente, arrivando ormai a sfiorare le 10 mila unità complessive (9.665 il numero preciso).

     

    Foto: Pixabay

     

    (Fonte: Assalzoo)

     

     

    Variabili

     

    Unità di misura

     

    2017

     

     

    2018

    (stime)

     

     

     

     

    Produzione

     

    000.di tonn.

     

    14.272

     

    14.475

     

     

     

    Fatturato totale

    di cui:

    Mld di €uro

    8,673

    8,879

     

     

     

    • Mangimi

    Mld di €uro

    6,080

    6,243

     

     

     

    • Premiscele

    Mld di €uro

    1,191

    1,202

     

     

     

    • Pet-food

    Mld di €uro

    1,402

    1,435

     

     

     

    Occupati

    unità

    9.620

    9.665

     

     

     

    Commercio estero

     

     

     

    • Esportazioni

    Mio di €uro

    655

    725

     

     

     

    • Importazioni

    Mio di €uro

    819

    841

     

     

     

    • Saldo commerciale

    Mio di €uro

    -164

    -116

     

     

     

    redazione 23-06-2019 Tag: assalzooassemblea annualemangimiproduzionefatturatoMarcello Veronesi
Articoli correlati
  • La sostenibilità del sistema mangimistico

    Il sistema mangimistico è un settore industriale ad alta complessità che si pone al centro dell’intera produzione zootecnica e rappresenta uno snodo essenziale della filiera agroalimentare dei prodotti di origine animale. L’importanza...

    07-10-2019
  • Fieragricola e Assalzoo, alleanza per la zootecnia del futuro

    Fieragricola si prepara per la 114ª edizione, in programma a Veronafiere dal 29 gennaio all’1 febbraio 2020. Unica manifestazione internazionale organizzata in Italia dedicata all’agricoltura in maniera trasversale, Fieragricola negli anni ha...

    03-10-2019
  • L’andamento della produzione mangimistica nel 2018

    Secondo le stime Assalzoo – effettuate sulla base dell’indagine condotta tra le ditte associate, che rappresentano oltre il 70% della produzione nazionale – nel 2018 la produzione italiana complessiva di alimenti completi e complementari ha...

    01-10-2019
  • Piano nazionale integrato, in calo le non conformità dei mangimi italiani

    Mangimi italiani prodotti nel rispetto delle normative vigenti. Il 99,14% è risultato infatti conforme alle analisi di laboratorio. Il dato è contenuto nella Relazione annuale 2018 al Piano nazionale integrato 2015-2019 relativo ai controlli...

    29-09-2019
  • Sicurezza alimentare europea, solo il 9% delle notifiche ha riguardato i mangimi

    Come negli anni precedenti solo una quota residuale del numero delle notifiche relative alla sicurezza alimentare europea ha riguardato i mangimi. Il valore è del 9% sebbene in leggero aumento rispetto al 2017. La maggior parte delle segnalazioni riguarda...

    22-09-2019