• Campagne abbandonate, in Europa aumentano gli incendi boschivi

    Print
    Incendio

    Il numero degli incendi che colpiscono i boschi a ridosso del Mediterraneo è cresciuto negli ultimi dieci anni per estensione e frequenza. Il perché lo spiegano i ricercatori dell’Università Carlos III di Madrid che hanno condotto uno dei più ampi studi sui pericoli per la vegetazione autoctona, elaborando il più grande archivio di notizie storiche relative agli incendi avvenuti nella provincia di Valencia, in Spagna.

    In realtà, l’allarme vale per tutta il bacino mediterraneo e riguarda l’abbandono delle campagne da parte degli agricoltori a partire dagli anni ‘70. "Lo spopolamento delle aree rurali ha provocato l'abbandono degli spazi agricoli che storicamente intervallavano le foreste. Per questo motivo, nel giro di pochi anni, spazi in cui si trovavano precedentemente campi di grano sono stati invasi da vegetazione altamente infiammabile che passaggio dopo passaggio conduce alle foreste del Mediterraneo ", spiega lo storico della geografia Fernández Muñoz, il cui studio, condotto in collaborazione con Josefina Gómez Mendoza, è pubblicato su Climate Change. Grazie a questo lavoro, i due scienziati sono stati in grado di elaborare un database con migliaia di informazioni di incendi identificati in base alla data, il luogo e la superficie devastata, che potrà essere utile anche alla prevenzione degli incendi futuri.

    27-05-2012 Tag: incendiagricolturabosco
Articoli correlati