• A Fieragricola software anti-parassiti e produzione agricola «sostenibile»

    Print
    Agricoltura

    Ha superato le 100 mila presenze, nonostante la grave ondata di maltempo che ha flagellato l’Italia e l’Europa, accogliendo delegazioni estere da 46 Paesi del mondo. Cinque sono state le aree tematiche dell’edizione 2012 di Fieragricola International agri-business show, tenutasi a Verona tra il 2 e il 5 febbraio: Bioenergy Expo, Agrimeccanica, Zoosystem, Agriservice e Agripiazza, divise in 10 padiglioni, per un totale di oltre 1.300 espositori da più di 20 Paesi.


    «La 110ª edizione di Fieragricola – afferma Giovanni Mantovani, direttore generale di Veronafiere - è riuscita ad assicurare la presenza di tutte le delegazioni estere e dei buyer provenienti dai 46 Paesi del mondo accreditati. A livello italiano non sono mancati gli operatori specializzati, mentre dalle regioni maggiormente colpite dal maltempo, come l’Emilia-Romagna e il Centro Italia, completamente isolate dal resto del Paese, l’affluenza è inevitabilmente diminuita».

     

    Tra le novità presentate nel corso della fiera, una community di 107 mila iscritti per difendere l'agricoltura basata su software computerizzati che permettono di prevedere condizioni di avversità per la pianta o rischio di patologie future, che prosegue a un ritmo di quasi 9 mila computer iscritti ogni anno; nuovi trattori con cambi a 32 marce o cingolii oscillanti con l'unico obiettivo di ridurre le emissioni inquinanti; nuove tecnologie per lo sfruttamento del biometano nel settore agricolo, per una produzione agricola più «sostenibile».

    Miriam Cesta 26-04-2013 Tag: agricolturaogm
Articoli correlati