• Cani e gatti al caldo, cosa mettere nella ciotola?

    Print
    Petinsummer1

    Secco o umido? Preparato in casa o acquistato al supermercato? Il dilemma su quale sia il cibo migliore per cani e gatti tormenta i loro padroni tutto l'anno, ma in estate può creare qualche preoccupazione in più. Non è raro, infatti, notare una diminuzione del peso nei gatti, mentre i cani possono addirittura ingrassare. Non è strano che i loro padroni si chiedano quale sia l'alimentazione ideale per far affrontare al meglio il caldo anche ai nostri amici a quattro zampe. A rispondere a questa domanda è Marco Melosi, medico veterinario presidente dell'ANMVI, l'Associazione Italiana Medici Veterinari.

     

    “L'alimentazione corretta è più legata al livello di attività di gane e gatto che alla stagione. Come per l'uomo, anche per gli animali è importante tenere in considerazione il bilancio energetico: meno attività deve corrispondere a meno energia assunta. I cani che durante l'inverno partecipano, ad esempio, all'attività venatoria in estate, quando sono meno attivi, devono ridurre il cibo mangiato o passare a un'alimentazione light, con meno proteine. Se, invece, passano l'inverno in casa e in estate vengono portati a fare delle passeggiate in montagna spendono più energia.”

     

    E' vero che cani e gatti tendono a mangiare di meno nelle giornate più calde? Dobbiamo preoccuparci?

     

    “E' vero, ma non in assoluto. In estate cani e gatti si muovono molto meno e può esserci un calo del consumo di energia. Soprattutto i gatti tendono ad alimentarsi di sera. Magari sembra che bevano anche di meno perché, in realtà, lo fanno di notte e non li vediamo. I cani, invece, tendono di più a dormire fuori casa e in inverno consumano più energia perché devono riuscire a mantenere la temperatura del corpo. Quando c'è caldo, invece, tendono a mangiare di meno, soprattutto i cani a pelo lungo. Può anche succedere che ingrassino proprio perché consumano meno energia.”

     

    In estate è meglio il cibo "umido", quello "secco" o quello preparato in casa?

     

    “Il cibo preparato in casa non è l'ideale per il gatto. Per una dieta equilibrata è meglio acquistare un cibo già pronto. Soprattutto se il gatto viene tenuto in casa e, quindi, mangia solo ciò che gli diamo noi, è importante garantire tutti gli alimenti. 20 anni fa avrei consigliato di preparare il cibo in casa, ma c'è stata una buona evoluzione dei cibi confezionati. Ora ne esistono di buona qualità, preparati ad hoc ed equilibrati anche in base all'età degli animali. E fanno risparmiare tempo! La scelta fra 'secco' o 'umido' dipende dal gusto del gatto. Se preferisce quello secco è indispensabile che abbia a disposizione abbastanza acqua, che va cambiata tutti i giorni. Poi i gatti si regolano da sé. Per il cane è più semplice, è più di bocca buona. L'importante è tenere sempre conto dei tre componenti fondamentali che non devono mai mancare: carboidrati, proteine e verdura. Non è indicato, invece, alimentarli con scarti della tavola.”

     

    Con l'arrivo del caldo molti di noi aumentano il consumo di frutta e verdura fresche. Le possono mangiare anche cani e gatti?

     

    “Non ci sono controindicazioni, ma bisogna stare attenti: se i cani non sono abituati a prodotti freschi potrebbero avere problemi intestinali. Soprattutto se è abituato al cibo secco il cane potrebbe avere problemi. Meglio abituarlo gradualmente, ma, in generale, l'acqua, le fibre e le vitamine contenute in frutta e verdura fresche vanno bene. I gatti hanno caratteristiche alimentari molto diverse da quelle dei cani. Sono molto abitudinari, può essere difficile cambiare l'alimento e, quindi, è difficile che mangino frutta e verdura.”

     

    Può succedere anche nei cani e nei gatti, come nell'uomo, che alcuni disturbi di stomaco e intestino siano più frequenti in estate che in inverno?

     

    “Per cani e gatti non è come per l'uomo. Negli uomini in estate i problemi arrivano perché si mangia più frutta, perché si bevono bevande fredde o si mangiano cibi che non vanno bene. Nel cane e nel gatto questo non succede, ma dato che non hanno ghiandole sudoripare sono a rischio di colpo di calore: per compensare il caldo possono solo respirare più velocemente. In estate i gatti tendono a disidratarsi, bevono di meno, si leccano e inghiottiscono il pelo. Per questo possono avere problemi di vomito. Ma le malattie che aumentano con l'estate sono le dermatiti, perché il pelo fa sentire più caldo e i cani tendono a grattarsi di più.”

    Silvia Soligon 22-10-2012 Tag: canigattialimentazioneestateveterinario
Articoli correlati
  • Efsa, nei nuovi Larn tutti i valori di riferimento per la nutrizione

    Con l’aggiunta dei valori di riferimento per sodio e cloruro l’Efsa, l’Autorità europea per la Sicurezza alimentare, ha completato i Larn, i valori di riferimento delle sostanze nutritive per l’alimentazione quotidiana. Il lavoro...

    15-09-2019
  • Estate, vietato trasporto animali sopra i 30°C

    Se la temperatura supera i 30°C, il trasporto di animali vivi è vietato. Lo comunica il Ministero della Salute precisando che, per garantire il benessere del bestiame, durante l’estate occorre programmare in modo adeguato la movimentazione dei...

    07-07-2019
  • Carne rossa, i benefici per i pazienti oncologici

    Sul rapporto fra il consumo di carne rossa, fresca e lavorata, e il rischio oncologico le valutazioni dello Iarc, l’Agenzia internazionale per la Ricerca sul Cancro, sembrano aver messo un punto fermo. Il consumo eccessivo di carne lavorata, dalla...

    22-01-2019
  • I valori di riferimento per la dieta nella nuova pagina interattiva dell'Efsa

    L'Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) ha realizzato una pagina web in cui uno strumento interattivo, chiamato “Drv Finder”, permette ai nutrizionisti e agli altri professionisti della salute di eseguire facilmente rapidi...

    06-12-2018
  • Fao, lotta agli sprechi alimentari per migliorare l'accesso al cibo sano

    Ridurre gli sprechi alimentari potrebbe migliorare l'accesso al cibo nutriente e sano. Lo sostiene il rapporto “Preventing nutrient loss and waste across the food system: Policy actions for high-quality diets”, preparato dal Global Panel on...

    15-11-2018