• "Parmesan" alla fiera Anuga, Assalzoo: "Contro i falsi occorre l'impegno dello Stato"

    Print

    Dopo i sequestri alla fiera alimentare di Colonia

    Falsi alimentari

    La presenza di prodotti contraffatti del “Made in Italy” alimentare alla fiera internazionale Anuga a Colonia, in Germania, è la conferma di un fenomeno che danneggia gravemente l’immagine delle aziende italiane e la filiera agroalimentare nel suo complesso, dichiara Assalzoo, l'Associazione nazionale tra i produttori di alimenti zootecnici.


    Il rapido intervento dei Consorzi italiani e delle autorità tedesche, che ha portato al sequestro dei “falsi” alimentari, tra i quali confezioni di Parmigiano Reggiano presentate come “parmesan”, Asiago e Pecorino Romano, tutte DOP tutelate, è certo motivo di soddisfazione per il settore agroalimentare, ma la presenza di operatori dediti alla contraffazione, addirittura in una manifestazione così importante, mette in evidenza la sfacciata gravità che ha assunto il fenomeno dell’italian sounding.


    Occorre, quindi, assicurare una maggiore tutela delle nostre produzioni ed è necessario un maggiore impegno delle nostre Istituzioni per porre un freno a un fenomeno che ha proporzioni enormi, stimate da Federalimentare in circa 60 miliardi di euro. Se si riuscisse a recuperare solo la metà del mercato coperto dal mondo della contraffazione alimentare avremmo la possibilità di raddoppiare il valore delle nostre esportazioni all’estero di prodotti alimentari che nel 2013 raggiungerà la cifra di 34 miliardi di euro.


    Le norme contro la contraffazione sono necessarie, ma non sono sufficienti e i recenti fatti di Colonia lo confermano. È necessario intervenire con urgenza rimuovendo i gravi ostacoli che frenano la competitività delle aziende italiane non consentendo loro di operare sui mercati esteri e occorre, al contempo, un vero e proprio piano di assistenza delle Istituzioni teso a garantire il massimo sostegno possibile alle imprese italiane per favorire l’esportazione. I nostri prodotti hanno potenzialità di sviluppo enorme, ma necessitano di un “sistema organizzato di promozione” attraverso l’assistenza dello Stato. A tale proposito un importante contributo può essere certamente offerto dalla Cabina di Regia per l’Internazionalizzazione istituita presso il MISE per mettere a punto un concreto piano di strategie per la promozione e il sostegno all’export. 

     

    Red. 14-10-2013 Tag: mercatoesportazionecontraffazioneDopitalian soundingassalzooMise
Articoli correlati