• Sicurezza alimentare, rafforzata collaborazione tra autorità nazionali ed Efsa

    Print

    Firmata dichiarazione d'impegno per proteggere consumatori europei

    5 mangimi cereali laboratorio sicurezza alimentari controlli ogm

    Le autorità di sicurezza alimentare degli Stati membri dell'Unione Europea si sono impegnate a rafforzare la cooperazione con l'Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa). In particolare, i membri del foro consultivo dell'Efsa hanno confermato la volontà di sostenere le attività promosse dall’Autorità attraverso una formale dichiarazione d’impegno, che è stata sottoscritta a Bratislava (Slovacchia) in occasione della 61° riunione del foro consultivo. Con questa iniziativa è stata concordata una serie di misure che permetteranno all’Efsa e alle autorità nazionali degli Stati membri di affrontare insieme le sfide future per la sicurezza alimentare e di proteggere i consumatori europei.

    Il foro consultivo dell'Efsa è stato istituito nel 2003 per rafforzare i legami tra l'Efsa e gli Stati membri dell'UE. Questa collaborazione ha contribuito a orientare i programmi di lavoro dell’Autorità nell’ambito della valutazione del rischio, a promuovere lo scambio di dati e informazioni, a sviluppare reti scientifiche e a realizzare un metodo omogeneo per la comunicazione del rischio. Con l’attuale dichiarazione d’impegno “si promuove l'eccellenza scientifica e il lavoro di rete – spiega la dott.ssa Zuzana Bírošová, rappresentante slovacca in seno al foro consultivo dell'Efsa -, si consente agli Stati membri di contribuire all’agenda UE di valutazione del rischio e di raccogliere informazioni sui rischi potenziali o emergenti per la sicurezza alimentare”.

    “La dichiarazione di impegno dei membri conferma che stiamo passando dalla cooperazione al partenariato tra l'Efsa e i membri del foro consultivo – aggiunge Bernhard Url, Direttore esecutivo dell'Efsa -. Il nostro comune obiettivo è una singola agenda UE di valutazione dei rischi che promuova l'armonizzazione della valutazione dei rischi per la sicurezza alimentare e una comunicazione omogenea, nell'interesse della tutela dei consumatori”.

    redazione 03-11-2016 Tag: sicurezza alimentareEFSAUnione Europeaconsumatorivalutazione del rischio
Articoli correlati
  • Efsa, nei nuovi Larn tutti i valori di riferimento per la nutrizione

    Con l’aggiunta dei valori di riferimento per sodio e cloruro l’Efsa, l’Autorità europea per la Sicurezza alimentare, ha completato i Larn, i valori di riferimento delle sostanze nutritive per l’alimentazione quotidiana. Il lavoro...

    15-09-2019
  • Nuovi alimenti, il ruolo dell’Efsa per la sicurezza

    Ieri caffè, patate, pomodori, riso e mais. Oggi krill, semi di chia e frutto del baobab. Cos’hanno in comune? Sono stati o sono “nuovi alimenti”. I primi sono prodotti provenienti da continenti diversi, dalle Americhe all’Africa...

    11-09-2019
  • Ue al primo posto nel mondo per export agroalimentare

    Nonostante una leggerissima flessione, l’Unione europea mantiene il primato nel mercato mondiale delle esportazioni di prodotti agroalimentari. Il volume di merci esportate ha raggiunto il valore di 138 miliardi di € nel 2018 come riferisce la...

    08-09-2019
  • Agricoltura e zootecnia, con hard Brexit in Italia 9 mila posti di lavoro in meno

    L’uscita senza accordo del Regno Unito dall’Unione europea avrà ripercussioni sul Pil e sull’occupazione in molti settori degli altri Paesi europei. Tra questi anche l’agricoltura e la zootecnia nelle quali l’Italia...

    23-08-2019
  • Agea, Andrea Comacchio è il nuovo direttore

    L’Agea, l’Agenzia per le Erogazioni in agricoltura, ha un nuovo direttore. Il ministro delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo Gian Marco Centinaio ha nominato Andrea Comacchio al vertice dell’organismo. Il suo mandato...

    16-08-2019