• Soia Gm, produttività elevata anche in presenza di temperature elevate

    Print

    Ingegneria genetica contribuisce a mitigare gli effetti dei cambiamenti climatici

    Soia particolare

    L'ingegneria genetica potrebbe aiutare a contrastare gli effetti dei cambiamenti climatici: la resa della soia geneticamente modificata dovrebbe, infatti, essere abbondante anche in presenza di temperature elevate. Lo evidenzia uno studio pubblicato sulla rivista Journal of experimental botany dai ricercatori statunitensi dell'Università dell'Illinois di Urbana-Champaign, secondo cui la produttività della soia Gm dovrebbe essere maggiore del rendimento della coltura tradizionale nelle condizioni climatiche che caratterizzeranno il 2050, che secondo le previsioni vedrà un significativo innalzamento delle temperature e una maggiore presenza di anidride carbonica nell'aria.

    Gli scienziati hanno condotto uno studio di tre anni sul campo, per verificare l'influenza delle condizioni climatiche e ambientali sulla resa della soia Gm e di quella tradizionale. Per ottenere dati affidabili, hanno utilizzato SoyFace (Soybean Free Air Concentration Enrichment), un sistema innovativo che riproduce le condizioni atmosferiche che si verificheranno in futuro, per comprendere il loro impatto sulle colture. Le piante utilizzate nell'esperimento, pertanto, sono state esposte alle stesse condizioni ambientali (sole, vento, pioggia, nuvole, etc.) presenti nelle normali piantagioni dell'Illinois.

    Al termine dell'analisi, è emerso che nelle condizioni attuali non esiste una grande differenze nel rendimento delle due colture. Ma se si prendono in considerazione le temperature e i livelli di anidride carbonica che sono previsti per il 2050, la situazione cambia significativamente. Secondo gli esperti, in quelle condizioni la produttività della soia modificata sarà superiore a quella della soia tradizionale. I risultati dell'indagine suggeriscono quindi, secondo i ricercatori, che l'ingegneria genetica potrebbe contribuire a compensare gli effetti negativi dell'aumento delle temperature.

    redazione 12-05-2017 Tag: soiaingegneria geneticaogmproduttivitàCOLTUREagricolturacambiamenti climaticiambiente
Articoli correlati
  • Cina, avviata campagna mediatica diretta a promuovere gli Ogm

    A giugno la Cina avvierà un sondaggio diretto a testare le opinioni della popolazione sugli alimenti prodotti con organismi geneticamente modificati (Ogm). Inoltre, lancerà una campagna mediatica diretta a illustrare i benefici degli Ogm e a...

    25-05-2017
  • Colture biotech, tasso d'impiego cresciuto di 110 volte in 21 anni

    Il tasso globale d'impiego delle colture prodotte con l'ingegneria genetica è aumentato di 110 volte in 21 anni: la superficie dedicata alla semina dei prodotti biotech e geneticamente modificati è passata da 1,7 milioni di ettari del 1996 a 185,1...

    22-05-2017
  • Mercato cereali, prezzi di mais e soia in ribasso

    Il mercato del mais è influenzato dalle previsioni meteorologiche di Brasile e Stati Uniti: il maltempo che ha colpito il Paese sudamericano ha determinato un trend ribassista, mentre le condizioni meteo che stanno interessando il Nord America fanno...

    22-05-2017
  • Efsa, al via il rinnovo della composizione del gruppo Ogm

    L'Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) ha avviato il procedimento per il rinnovo dei membri del “gruppo scientifico Efsa sugli organismi geneticamente modificati” (gruppo Gmo). La domanda per farne parte potrà essere...

    19-05-2017
  • Piano Nazionale “Industria 4.0”: i risvolti per le imprese agroalimentari

    Il Piano Nazionale “Industria 4.0” è stato lanciato dal Governo il 21 settembre 2016 per rilanciare la competitività delle imprese italiane. Il programma prevede l’assegnazione di incentivi fiscali orizzontali per gli investimenti...

    18-05-2017