• 28° Congresso Fefac, innovazione necessaria per aumentare competitività del settore zootecnico

    Print

    Phil Hogan: normative su Pac, clima ed economia circolare devono essere coerenti

    Congresso fefac

    È necessario un processo di semplificazione e di modernizzazione per fare in modo che la politica agricola comune (Pac) possa affrontare le sfide del 21° secolo. Lo ha dichiarato Phil Hogan, Commissario europeo per l'agricoltura e lo sviluppo rurale, durante il XXVIII Congresso di Fefac (European Feed Manufacturers' Federation), che si è svolto dal 7 al 9 giugno a Cordova (Spagna).
    “Dobbiamo promuovere un settore agrario astuto e resistente sostenendo i redditi agricoli sostenibili, aumentando la competitività, incoraggiando un maggiore utilizzo degli strumenti di gestione del rischio e migliorando la posizione degli allevatori all’interno della catena alimentare - ha osservato Hogan -. Dobbiamo migliorare la sostenibilità ambientale e la resilienza del clima”.

    Il Commissario ha anche sottolineato l'importanza di assicurare che i quadri giuridici dell'Unione Europea che riguardano la Pac, i cambiamenti climatici e l'economia circolare siano coerenti, affinché possa essere possibile conseguire gli obiettivi di sviluppo sostenibile fissati dalle Nazioni Unite e gli scopi perseguiti dalla politica agricola comune. Hogan ha poi annunciato l’intenzione di adottare una “European Protein Strategy” all’interno delle iniziative della Pac.

    Durante il convegno, Nick Major, il nuovo Presidente Fefac, ha chiesto al Commissario di creare uno scenario vantaggioso per il settore dell'allevamento e per il comparto mangimistico dell'Unione Europea. Pekka Pesonen, Segretario generale della Copa-Cogeca, ha sottolineato la necessità di promuovere la produzione degli alimenti europei nei mercati globali e in quelli interni. Michel Nalet, Presidente Eda (European Milk Association), ha riconosciuto l'importanza strategica dei mangimi proteici per gli allevatori delle vacche da latte. Fernando Antunez, Presidente della Spanish Feed Industry Federation (Cesfac), ha chiesto d’investire maggiormente nella ricerca e nell'innovazione nell'ambito del settore dei mangimi. Infine, i ministri Isabel Garcia Tejerina, Ministro spagnolo per l'Agricoltura, e Luís Medeiros Vieira, Ministro portoghese per l'Agricoltura e l’alimentazione, hanno sottolineato il ruolo essenziale svolto dall'industria mangimistica nell’incrementare le economie circolari delle aziende che si occupano di allevamento.

    Il Congresso ha, inoltre, incluso diverse sessioni riguardanti il contributo della scienza dell'alimentazione animale nella lotta contro l’antimicrobico-resistenza; le opportunità offerte dall'uso dei social media per migliorare l'immagine del settore zootecnico; il ruolo dell’industria produttrice di mangimi composti come promotore di efficienza nell’ambito della catena alimentare; e, infine, i progressi compiuti nell’approvvigionamento di materie prime sostenibili.

    redazione 23-06-2017 Tag: FEFACzootecniaidustria mangimialimentazione animalepac
Articoli correlati
  • Allevamento, salute del suolo ne influenza l'andamento

    La salute del suolo potrebbe influenzare l'andamento delle aziende agricole in misura significativa. Un terreno che “sta bene” fornisce, infatti, sostanze nutritive utili per il benessere degli animali che vengono allevati al suo interno. Lo...

    17-04-2018
  • Deforestazione, la posizione di Fefac

    La Federazione dei produttori europei di mangimi composti (Fefac - European Feed Manufacturers' Federation) è favorevole all'analisi condotta dalla Commissione Europea sullo studio di fattibilità delle iniziative per intensificare l'azione dell'UE...

    15-04-2018
  • Alcuni indicatori della disponibilità di carni in Italia nel 2017

    I recenti risultati Istat dell’indagine campionaria sulle consistenze di bovini, bufalini e suini riferiti al mese di giugno 2017, e la contemporanea disponibilità di dati mensili sulle macellazioni, nonché sul commercio estero di carni e...

    08-04-2018
  • Gruppo Grigi: “Da oltre 50 anni nel settore mangimistico, copre l’intera filiera agroalimentare”

    “Dalla terra alla tavola”: è questa la filosofia aziendale del “Gruppo Grigi”, che opera da oltre 50 anni nel settore degli alimenti zootecnici e che, ad oggi, copre tutta la filiera agroalimentare. La nascita – Il...

    03-04-2018
  • Mais, la parola alla scienza

    Sono tre gli elementi principali emersi dallo studio sul mais transgenico promosso dalla Scuola Superiore Sant’Anna e dall’Università di Pisa, recentemente pubblicato su Scientific Reports della rivista Nature: la coltivazione di questo mais...

    25-03-2018