• Fao: aumentano costi delle importazioni alimentari

    Print

    Settore zootecnico e comparto lattiero-caseario mostrano grande dinamicità

    Trasporto cereali %c2%a9 candy1812   fotolia.com

    Nel 2017 il costo delle importazioni alimentari dovrebbe aumentare del 6% rispetto allo scorso anno, fino a raggiungere i 1.413 trilioni di dollari. Si tratta del secondo record registrato sinora, che giunge nonostante i prezzi delle materie prime alimentari si siano mantenuti generalmente stabili. È quanto emerge dal rapporto “Food Outlook” pubblicato dall’Organizzazione per l'alimentazione e l'agricoltura delle Nazioni Unite (Fao), secondo cui l’incremento sarebbe determinato dalla crescita della domanda internazionale della maggior parte dei prodotti alimentari e dai tassi di trasporto più elevati.

    La Fao precisa che i maggiori costi d'importazione arrivano in un momento in cui le scorte sono ingenti, le previsioni di raccolto sono elevate e i mercati dei prodotti alimentari restano ben forniti. Aggiunge che mentre le tendenze di produzione sono generalmente ampie, i prezzi medi delle transazioni internazionali possono mascherare tendenze più specifiche. Per esempio, anche se i prezzi del grano internazionale sono rimasti stabili, nel luglio 2017 il grano americano Hard Red Spring - una varietà popolare di alta qualità che contiene una quantità di proteine sufficiente per produrre la pasta - era più alto del 40% rispetto all’anno scorso. Anche le varietà di riso aromatico sono aumentate otto volte più velocemente rispetto all'Indice Fao del riso, che quest'anno è aumentato del 4%.

    La Fao precisa che anche il settore zootecnico e quello lattiero-caseario sono particolarmente dinamici. Nel 2017 l'Indice Fao dei prezzi del burro è salito finora del 41%, più di tre volte rispetto all'Indice dei prezzi dei prodotti lattiero-caseari di cui è una componente. Inoltre, quest'anno i costi d'importazione della carne dovrebbero raggiungere l'aumento storico record di 176 miliardi di dollari, registrando una crescita del 22% rispetto al 2016.

    Sembra destinata ad aumentare anche la produzione mondiale di latte, che dovrebbe crescere dell'1,4%, grazie a una robusta espansione del 4% in India, anche se regolamentazioni ambientali più severe e controlli di qualità in Cina potrebbero determinare una contrazione. È previsto un leggero aumento anche della produzione mondiale di oli vegetali, mentre la produzione globale di soia, nonostante l’incremento delle semine nell'emisfero settentrionale, dovrebbe diminuire. I rendimenti del legume dovrebbero tornare ai livelli normali dopo le condizioni meteorologiche ottimali dello scorso anno.

    Foto: © candy1812 - Fotolia.com

    red. 13-11-2017 Tag: carnezootecniacerealisoiagranoprodotti lattiero-casearifaocosti d'importazione
Articoli correlati
  • Yogurt, gli ultimi cinque anni in crescita del 4%

    Tra il 2012 e il 2016 gli acquisti dello yogurt sono cresciuti del 4% in termine di volumi, mentre la spesa è rimasta sostanzialmente invariata (-0,2%). È quanto emerge dal rapporto: “La filiera del bovino da latte - Acquisti domestici di...

    22-11-2017
  • Gli sforzi internazionali nella lotta all'antibiotico-resistenza

    Gli sforzi compiuti a livello internazionale nelle imprese agricole e nei sistemi alimentari per combattere l'antibiotico-resistenza sono sempre più incisivi. Lo sostiene l’Organizzazione per l'alimentazione e l'agricoltura delle Nazioni Unite...

    21-11-2017
  • Se gli Stati Uniti diventassero vegani? Non sarebbe un bene per loro, né per l'ambiente

    Se tutti i cittadini statunitensi diventassero vegani, eliminando qualsiasi alimento di origine animale dalla dieta, non contribuirebbero a ridurre le emissioni inquinanti, né riuscirebbero a soddisfare le proprie esigenze nutritive. Lo sostiene una...

    20-11-2017
  • Mais e soia, prezzi in calo

    A partire dal mese di luglio, i prezzi del mais e della soia hanno subito una flessione. Lo evidenzia il rapporto: “Mais e Soia: tendenze e dinamiche recenti” pubblicato da Ismea (Istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare), secondo cui...

    16-11-2017
  • Fao, la piattaforma per l'agricoltura sostenibile

    L’Organizzazione per l'alimentazione e l'agricoltura delle Nazioni Unite (Fao) ha lanciato la nuova piattaforma web “Climate-Smart Agriculture Sourcebook”, volta ad aumentare la sostenibilità dei sistemi alimentari. Lo ha annunciato...

    14-11-2017