• Petfood, siglato accordo italo-cinese su export

    Print

    I produttori italiani potranno esportare mangimi per animali da compagnia in Cina

    Cane e gatto

    L’Italia e la Cina hanno siglato un accordo relativo all’esportazione di petfood made in Italy nel Paese asiatico. Lo comunica il Ministero della Salute, precisando che le autorità cinesi hanno accettato l’elenco degli stabilimenti italiani autorizzati, e grazie a quest’intesa i produttori italiani di alimenti per animali da compagnia potranno avviare le esportazioni dei mangimi verso la Cina.

    Il protocollo e i relativi certificati sono stati firmati il 18 dicembre a Pechino dal Direttore generale della sanità animale e farmaci veterinari del Ministero della Salute, Silvio Borrello. Durante la visita nella capitale cinese, a margine del Comitato Governativo Italia-Cina, il Direttore Borrello ha anche incontrato il Direttore Generale del Dipartimento per la Quarantena degli Animali e delle Piante di Aqsiq, Li Jianwei. Durante il colloquio si è discusso dell’apertura del mercato cinese alle carni bovine e al seme bovino. L’autorità cinese ha confermato che, a seguito degli esiti favorevoli delle verifiche svolte in Italia a settembre da una delegazione di esperti cinesi, Aqsiq e il Ministero dell’Agricoltura procederanno a ufficializzare la rimozione dei bandi per l’Encefalopatia Spongiforme Bovina (BSE) e per il virus di Schmallenberg. Infine, è stata anche vagliata la possibilità di avviare, nel reciproco interesse, una collaborazione tra le Autorità sanitarie italiane e Aqsiq nell’ambito delle malattie animali e della sicurezza alimentare.

    red. 27-12-2017 Tag: petfoodmangimiexportanimali da compagniamade in ItalyCina
Articoli correlati