• Usa: aumentano scorte di soia, calano quelle di mais

    Print
    Mais soia

    Negli Stati Uniti le scorte finali di soia sono aumentate, mentre quelle di mais sono in calo. Lo evidenzia il rapporto “World Agricultural Supply and Demand Estimates Report (WASDE)” pubblicato dal Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti (Usda) e illustrato dal sito Successful Farming, secondo cui la notizia avrebbe influenzato i mercati di entrambe le colture, facendo aumentare il valore dei rispettivi futures di marzo.

    Secondo il rapporto, le riserve del mais prodotto negli Usa nel periodo 2017/18 dovrebbero raggiungere i 2.352 miliardi di bushels, una cifra inferiore ai 2,47 miliardi di bushel previsti dal Dipartimento nelle precedenti stime di gennaio e al valore medio di 2,45 miliardi di bushel. Le scorte di soia statunitense dovrebbero, invece, raggiungere quota 530 milioni di bushel. La media si aggira intorno ai 496 milioni di bushel e le stime precedenti dell'Usda indicavano 470 milioni di bushel.

    L'Usda ha anche analizzato la produzione delle due colture a livello globale. Stima che nel periodo 2017/18 il raccolto di mais in Brasile abbia raggiunto i 95 milioni di tonnellate, un valore corrispondente alle precedenti stime del Dipartimento e superiore alla media, che si aggira intorno ai 92,7 milioni di tonnellate. Nello stesso periodo, la produzione di mais in Argentina ha toccato i 39 milioni di tonnellate, una cifra inferiore alle precedenti previsioni dell’Usda, pari a 42 milioni di tonnellate, e al valore medio di 40,4 milioni di tonnellate.

    La produzione brasiliana di soia ha raggiunto i 112 milioni di tonnellate, un valore superiore alla media di 111,6 milioni di tonnellate e alle stime precedenti effettuate a gennaio dall'Usda, pari a 110 milioni di tonnellate. Infine, la produzione di soia in Argentina nel periodo 2017/18 si è attestata sui 54 milioni di tonnellate, un valore superiore alla media, pari a 53,6 milioni di tonnellate, ma inferiore rispetto alle precedenti previsioni dell'Usda di 56 milioni di tonnellate.

    red. 14-02-2018 Tag: soiamaisscorteUSDA
Articoli correlati
  • Stati Uniti, la maturazione del mais è rallentata

    L’ultimo report del Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti dello scorso 8 luglio ha aggiornato le fasi di sviluppo delle colture foraggere. Se la semina del mais è terminata, la coltura subisce ancora gli effetti di una stagione...

    17-07-2019
  • Ricerca, combinazione di ginseng e sorgo rende più efficiente alimentazione avicola

    L’aggiunta del ginseng brasiliano nei mangimi a base di sorgo potrebbe rendere più efficienti gli alimenti per pollame e prolungare il periodo di conservazione delle uova. Lo suggerisce uno studio pubblicato sulla rivista Livestock Science dagli...

    16-07-2019
  • Usa, aumentano coltivazioni di mais. In calo quelle di soia e grano

    Nel 2019 i terreni destinati alla coltivazione del mais negli Usa dovrebbero aumentare del 2,9% rispetto al 2018, fino a raggiungere la superficie di 91.700.000 di acri. Lo evidenzia il rapporto “Acreage” pubblicato lo scorso 28 giugno dal...

    10-07-2019
  • Stati Uniti, in ritardo semina e sviluppo delle colture

    Negli Stati Uniti la semina e lo sviluppo di diverse colture impiegate nella produzione di mangimi - come mais, soia, frumento e sorgo - procedono a rilento. Lo rivela il rapporto: “Crop Progress” pubblicato il 17 giugno dal Dipartimento...

    26-06-2019
  • Usa, in calo produzione di mais. Stabile quella della soia

    Negli Stati Uniti il maltempo ha rallentato la semina di mais e soia, ma ha provocato il calo della produzione soltanto nel caso del cereale. Il raccolto del legume, invece, non dovrebbe aver risentito del ritardo. Lo evidenzia il rapporto “World...

    25-06-2019