• Riso, individuato modo per fermare diffusione del brusone

    Print

    Basta disattivare una proteina per intrappolare il fungo

    Riso %c2%a9 quade   fotolia.com

    Individuato un modo per fermare la diffusione del brusone, una malattia che distrugge ogni anno fino al 30% del raccolto mondiale di riso. Lo riporta uno studio pubblicato sulla rivista Science dai ricercatori dell’Università di Exeter (Regno Unito), secondo cui basterebbe disattivare una singola proteina del fungo Magnaporthe Oryzae - appartenente alla famiglia della Pyricularia Oryzae e responsabile di questa patologia - per intrappolarlo all'interno di una singola cellula vegetale e impedirgli d’invadere le foglie della pianta di riso.

    Gli scienziati hanno scoperto il modo in cui il fungo riesce a modificare la propria struttura e a penetrare all’interno dei plasmodesmi, i canali naturali che mettono in comunicazione le cellule vegetali vicine attraverso le pareti cellulari. “Questa rappresenta una svolta eccitante perché abbiamo scoperto come il fungo è in grado di muoversi di nascosto tra le cellule del riso, senza farsi riconoscere dal sistema immunitario delle piante – afferma Nick J. Talbot, che ha coordinato l’indagine -. È chiaramente in grado di sopprimere le risposte immunitarie e di regolare i propri limiti fisici per passare attraverso uno spazio così ristretto. E tutto questo è dovuto all’azione di una singola proteina: è un'impresa notevole”.

    I ricercatori hanno osservato che la capacità del fungo di eludere le difese immunitarie della pianta del riso dipende dall’azione di una proteina chiamata Pmk1, che permettebbe al parassita di muoversi all’interno dei plasmodesmi. Hanno quindi modificato tramite la manipolazione genetica la proteina per renderla suscettibile a un farmaco specifico. Grazie a questa tecnica, sono stati in grado d’intrappolare il fungo all'interno di una cellula e di arrestarne la diffusione. Inoltre, hanno rilevato che l’enzima Map-chinasi sarebbe responsabile della regolazione della crescita del brusone, e sperano che la scoperta consenta loro d’identificare i bersagli di questo enzima e, quindi, di determinare le basi molecolari della malattia.

    Foto: © Quade - Fotolia.com

    redazione 27-03-2018 Tag: risoagricolturaricercabrusonefunghi
Articoli correlati
  • Rapporto AgrOsserva: nel primo trimestre 2018 cresce produzione agricola

    Nel primo trimestre del 2018 la produzione agricola è tornata a crescere. Lo evidenzia il rapporto: “AgrOsserva La congiuntura agroalimentare I trimestre 2018” pubblicato da Ismea (Istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare),...

    10-07-2018
  • Fao: 20 azioni per trasformare settore agricolo e alimentare

    L'agricoltura sostenibile può aiutare a sconfiggere la fame e la povertà. Lo sostiene l’Organizzazione per l'alimentazione e l'agricoltura delle Nazioni Unite (Fao), che ha pubblicato 20 azioni dirette a trasformare il settore agricolo e...

    28-06-2018
  • Alltech, una rete globale dove la produzione incontra la conoscenza

    Alltech parla anche italiano. Presente in tutto il mondo, dall'Asia al Medio Oriente all'America del Sud, l'azienda statunitense con base nel Kentucky dal 2003 opera in Italia. Quindici anni di esperienza sul territorio nazionale, con alle spalle il successo...

    18-06-2018
  • Fao, in rialzo le previsioni sulla produzione cerealicola

    Migliorano le stime sulla produzione cerealicola. Secondo la Fao nel 2018 l'offerta sarebbe pari a 2.610 milioni di tonnellate, un livello maggiore di quello precedentemente stimato. Il dato è contenuto nell'ultimo Bollettino sull'offerta e la domanda...

    09-06-2018
  • International Grains Council: in aumento produzione globale di cereali

    L'International Grains Council (Igc) prevede che nella stagione 2018-19 la produzione globale di cereali dovrebbe raggiungere i 2.088 miliardi di tonnellate. Come riporta la rivista World Grain, si tratta di un ammontare superiore ai 2.087 miliardi di tonnellate...

    10-05-2018