• Fao, i candidati alla Direzione Generale

    Print
    Fao

    A giugno i paesi membri dell'Organizzazione per l'alimentazione e l'agricoltura delle Nazioni Unite (Fao) saranno chiamati a eleggere il successore di José Graziano da Silva alla guida della Fao. Il nuovo Direttore Generale sarà scelto tra i cinque candidati presentati da Camerun, Cina, Francia, Georgia e India.

    La Fao precisa che il termine ultimo per la presentazione delle candidature era giovedì 28 febbraio 2019. Le votazioni per il ruolo di Direttore/Direttrice Generale si svolgeranno durante la 41° sessione della Conferenza della Fao, il massimo organo di governo dell'Organizzazione, in programma dal 22 al 29 giugno 2019 a Roma. Il mandato di DG avrà durata quadriennale e avrà inizio a partire dal mese di agosto 2019.

    I paesi membri della Fao saranno chiamati a esprimere il proprio voto – secondo il principio “un paese, un voto” – in una votazione a scrutinio segreto a maggioranza semplice. I candidati, che sono stati nominati dai loro governi, sono: Médi Moungui (Camerun), Qu Dongyu (Cina), Catherine Geslain-Lanéelle (Francia), Davit Kirvalidze (Georgia) e Ramesh Chand (India).

    Il nuovo Direttore Generale della Fao, che resterà in carica dal 1° agosto 2019 al 31 luglio 2023, potrà ricoprire solo due mandati. Succederà a José Graziano da Silva, che è stato eletto nel 2011 ed è stato al vertice dell'Agenzia per due mandati consecutivi.

    Dalla fondazione della Fao nel 1945, sono stati eletti otto Direttori Generali:
    - Sir John Boyd Orr (Regno Unito) 1945-1948;
    - Norris E. Dodd (Stati Uniti) 1948-1954;
    - Philip Vincent Cardon (Stati Uniti) 1954-1956;
    - Binay Ranjan Sen (India) 1956-1967;
    - Addeke Hendrik Boerma (Paesi Bassi) 1968-1975;
    - Edouard Saouma (Libano) 1976-1993;
    - Jacques Diouf (Senegal) 1994-2011;
    - José Graziano da Silva (Brasile) 2011-2019.

    red. 13-03-2019 Tag: faoDirettore GeneraleJosé Graziano da Silva
Articoli correlati
  • Peste africana, in Asia persi cinque milioni di suini

    In Asia è strage di suini. La peste suina africana ha comportato l’abbattimento o il decesso di quasi cinque milioni di capi d’allevamento, con perdite economiche rilevanti. La Fao è intervenuta per sostenere i Paesi colpiti e limitare...

    14-08-2019
  • Commodity alimentari, a luglio prezzi in leggero calo

    Stabile la carne, in netto calo cereali e prodotti lattiero-caseari. La Fao ha rilevato una riduzione dei prezzi delle principali commodity alimentari include nell’Indice Fao dei Prezzi Alimentari. A luglio il valore è stato di 170,9 punti, con una...

    04-08-2019
  • Insediatosi Qu Dongyu, nuovo segretario generale Fao

    Al via il mandato del nuovo direttore generale della Fao. Si è insediato infatti Qu Dongyu, il nono esperto a ricoprire questa carica. Qu rimarrà al vertice dell’agenzia delle Nazioni unite per i prossimi quattro anni, fino al 31 luglio del...

    02-08-2019
  • Fao, ancora lontani gli Obiettivi di sviluppo sostenibile in agricoltura

    La maggior parte degli Obiettivi di Sviluppo sostenibile che riguardano agricoltura, lotta alla fame e sicurezza alimentare sono ancora un traguardo irraggiungibile. Non centrare questi obiettivi mette a rischio l’attuazione dell’intera Agenda per lo...

    01-08-2019
  • Fao, aumento della domanda ma prezzi materie prime stabili

    Domanda in aumento, crescita ancora più rapida della produttività e prezzi delle materie prime ai livelli attuali o più bassi. Nei prossimi dieci anni potrebbe essere questo lo scenario del mercato agricolo secondo le previsioni...

    13-07-2019