• Stati Uniti, in ritardo semina e sviluppo delle colture

    Print
    Grano mais soia

    Negli Stati Uniti la semina e lo sviluppo di diverse colture impiegate nella produzione di mangimi - come mais, soia, frumento e sorgo - procedono a rilento. Lo rivela il rapporto: “Crop Progress” pubblicato il 17 giugno dal Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti (Usda).

    Mais - Nei 18 stati in cui viene coltivata la maggior parte del mais statunitense, la semina ha raggiunto il 92%, anche se è stata completata soltanto in Carolina del Nord, Tennessee e Texas. Il Dipartimento sottolinea che lo scorso anno e nelle stagioni precedenti a questo punto dell'anno la semina era già terminata. Anche la crescita del cereale va a rilento: è germogliato il 79% delle piantine, mentre lo scorso anno – come nella media stagionale – la percentuale raggiungeva circa il 97%.

    Soia - La semina della soia ha compiuto dei progressi, ma per il momento è stato coltivato il 77% del raccolto. Nello stesso periodo dell'anno scorso era stato piantato circa il 96% del legume. È emerso circa il 55% delle piantine, mentre l'anno scorso era germogliato circa l'89% del raccolto.

    Grano – La crescita del grano invernale progredisce, ma finora si è sviluppato solo l'89% del raccolto, mentre lo scorso anno la percentuale aveva raggiunto il 94%. Anche il ritmo della raccolta è più lento rispetto al 2018: l’anno scorso era già stato raccolto un quarto del grano, mentre quest'anno solo l'8%. La qualità del raccolto è migliore rispetto al 2018: quest’anno il 64% del grano invernale è stato valutato come “buono o eccellente”, mentre nello stesso periodo dello scorso anno solo il 39% del cereale aveva ottenuto questo giudizio. Infine, l’Usda evidenzia che circa il 95% del grano primaverile è germogliato, mentre l'anno scorso era spuntato il 97% delle piantine.

    Sorgo – La semina del sorgo è progredita, ma continua a essere in ritardo rispetto all’anno scorso: nel 2019 è stato piantato il 69% del cereale, mentre nel 2018 la percentuale raggiungeva l'88%. È germogliato circa il 15% del raccolto, una percentuale inferiore a quella del 18% registrata nello stesso periodo dell’anno scorso.

    Avena – La crescita dell’avena procede a un ritmo leggermente più lento di quello dell’anno scorso: nel 2019 è germogliato il 94% del raccolto, mentre nel 2018 era emerso il 98% delle piantine.

    Orzo – Il 92% delle piante di orzo è germogliato, un valore di poco inferiore al 95% registrato lo scorso anno. Tuttavia, l’Usda sottolinea che il ritmo dello sviluppo è leggermente più lento rispetto al 2018.

    red. 26-06-2019 Tag: cerealiCOLTUREUSDAseminamaissoiagrano
Articoli correlati