• Avicunicoli, i dati di inizio dicembre

    Print
    Polli

    Nella prima settimana di dicembre il mercato avicolo conferma un andamento stabile, mentre nel settore cunicolo non si riscontrano i segnali di ripresa attesi. Il consumo di pollo, che ad inizio della settimana tra il 1 e il 7 dicembre mostrava un certo rallentamento sulla scia della settimana precedente, si è attestato in ripresa nella negli ultimi giorni.

     

    L'offerta è infine risultata in equilibrio con la domanda e così gli operatori sono riusciti a mantenere le quotazioni invariate. Poche novità anche per le galline, per cui l'andamento della domanda è positivo a fronte di un'offerta sostanzialmente stabile. Le faraona hanno registrato consumi stabili durante la settimana registrando con un'offerta contenuta e leggermente inferiore alla domanda, che ha portato ad una risalita delle quotazioni. Per il tacchino si osserva una situazione di solido equilibrio, caratterizzato dalla domanda tradizionalmente in aumento nell'ultimo mese dell'anno grazie alle esportazioni e da un'offerta contenuta grazie ai minori accasamenti programmati e fatti a livello europeo.

     

    La domanda di coniglio registra un andamento insoddisfacente: non ha dato i segnali di ripresa attesi; anche durante la settimana corrente la scarsità di consumi avrebbe dovuto portare ad una revisione al ribasso dei corsi che tuttavia non c'è stata per resistenze degli allevatori. L'offerta domestica di uova si è confermata abbastanza contenuta, tuttavia la domanda meno sostenuta del previsto ha portato alla sostanziale invariabilità delle quotazioni.

    Red. 15-12-2014 Tag: avicunicoliallevamenti avicoliavicolturapollimercatozootecniagallinetacchino
Articoli correlati
  • Fieragricola, a Verona focus sulla mangimistica nel comparto zootecnico

    Zootecnia in vetrina a Fieragricola Verona. La kermesse dedicata all’agricoltura, in programma dal 29 gennaio all’1 febbraio, riserva al comparto zootecnico, e alla mangimistica, un posto di rilievo a dimostrazione della centralità che occupa...

    23-01-2020
  • Feed&Food, Fefac: quasi 165 milioni di tonnellate i mangimi prodotti nel 2018

    Nel 2018 i produttori di mangimi dell’Unione europea hanno fornito 164,8 milioni di tonnellate di prodotto. Una quantità maggiore della quota dell’anno precedente, pari a 161,2 m di tonnellate. Il dato è contenuto nell’ultimo...

    13-01-2020
  • Fefac, tiene la produzione europea di mangimi nel 2019

    Resta sostanzialmente stabile la produzione di mangimi in Europa. Nel 2019 – secondo le stime di Fefac, Federazione europea dei Produttori di mangimi – nei 28 Paesi l’output è stimato a 161,7 milioni di tonnellate. Rispetto...

    14-12-2019
  • Benessere del pollame, parere scientifico Efsa

    Con due pareri scientifici l’Efsa, l’Autorità europea per la Sicurezza alimentare, è intervenuta sul tema del benessere del pollame nella macellazione. Un parere fa riferimento alla produzione alimentare, l’altro al decesso degli...

    27-11-2019
  • Filiere, crescono i prezzi all’origine degli allevamenti

    I listini dei prodotti zootecnici nel terzo trimestre 2019, con un aumento del 5,7% su base tendenziale, hanno spinto al rialzo i prezzi dei prodotti agricoli alla produzione. In generale il rialzo è stato del 3,8%. Latte e derivati e gli animali vivi...

    24-11-2019