• Agricoltura, 5 benefici ambientali derivanti dall’impiego delle colture Gm

    Print
    Biotecnologia ogm cereali mangimi sicurezza alimentare controlli %c2%a9 alex011973   fotolia

    L’impiego degli organismi geneticamente modificati (Ogm) potrebbe arrecare diversi benefici all’ambiente. Lo sostiene, in un articolo pubblicato sul sito Genetic literacy project, il dottor Emil Karlsson, un comunicatore scientifico svedese che gestisce “Debunking Denialism” - un blog diretto a sfatare lo scetticismo scientifico e le convinzioni pseudoscientifiche. Secondo l’esperto, l’impiego delle colture Gm è in grado di produrre cinque effetti benefici per ambiente:

    1) Riduzione dell’impiego dei pesticidi - Le colture Gm resistenti ai parassiti producono le proteine Bt, sostanze capaci di contrastare un’ampia varietà d’insetti. Questo consente di ridurre drasticamente l’uso dei pesticidi in agricoltura. Nello specifico, uno studio pubblicato su Plos One ha dimostrato che l’impiego degli Ogm consente di diminuire l’impiego degli anti-parassitari del 37%.

    2) Aumento della resa delle colture e diminuzione dell’utilizzo del suolo - Una ricerca pubblicata sulla rivista The National Academies of Sciences Engineering Medicine ha rilevato che l’uso degli Ogm aumenta la resa delle colture, al contrario dell'agricoltura biologica, che secondo uno studio pubblicato su Nature ridurrebbe il rendimento delle piantagioni del 34%. Inoltre, il ricorso alle colture Gm richiede meno terra rispetto all’agricoltura tradizionale e a quella biologica, che per far crescere la stessa quantità di piante necessitano di quantità maggiori di suolo.

    3) Meno lavori agricoli - Le colture Gm resistenti agli erbicidi non necessitano dell’uso di diserbanti e il suolo che le ospita ha meno bisogno di essere arato, come dimostra un’indagine pubblicata su The National Academies of Sciences Engineering Medicine. Di conseguenza, l’uso degli Ogm riduce il carico di lavoro per gli agricoltori e consente al terreno di non subire diversi trattamenti.

    4) Salvaguardia degli insetti benefici - Uno studio dell’Università della California di San Diego (Usa) evidenzia che le proteine Bt prodotte dalle piante Gm resistenti ai parassiti influiscono negativamente solo su specifici gruppi di insetti, mentre hanno scarsi effetti – come evidenziato da una ricerca pubblicata su Annual reviews - o risultano innocue nei confronti degli insetti che non sono nocivi.

    5) Riduzione delle emissioni inquinanti - Dato che gli Ogm permettono di diminuire l'utilizzo dei pesticidi, le aziende agricole che li impiegano tendono a usare meno gasolio per alimentare i loro trattori e, quindi, producono meno emissioni di anidride carbonica. Lo evidenzia una ricerca pubblicata su GM Crops & Food, secondo cui le fattorie che ricorrono agli Ogm hanno un minore impatto ambientale e, pertanto, sono più eco-friendly.

    Foto: © Alex011973 - Fotolia

    redazione 06-03-2017 Tag: ogmagricolturainsetticidiambienteemissioni inquinantisuolo
Articoli correlati