• Storia della soia: la prima semina è vecchia di più di 5.000 anni

    Print
    Soia

    Nuove analisi archeologiche dimostrano che i primi coltivatori di soia hanno iniziato a seminare questo legume circa 5.500 anni fa, cioè più di 2 millenni prima di quanto abbiano lasciato ipotizzare fino ad oggi le fonti storiche. Non solo: secondo quanto riportato dalla rivista PLoS One la coltivazione di questa pianta non avrebbe avuto inizio, come precedentemente ipotizzato, nelle regioni centrali della Cina, ma in quelle del nord.

     

    La scoperta è stata effettuata grazie al ritrovamento di resti di soia carbonizzata in 22 siti sparsi fra la Cina del Nord, il Giappone e la Corea del Sud. Confrontando questi campioni con semi dell'attuale soia, un gruppo di ricercatori guidati dall'archeologa Gyoung-Ah Lee (Università dell'Oregon, Eugene, Usa) ha dimostrato che i semi più piccoli, corrispondenti alla specie non coltivata, risalgono a 9.000 anni fa, mentre i semi più grossi ritrovati, resi tali proprio dalla selezione operata negli anni coltivando la pianta, provengono dalla Corea del Sud e dal Giappone e datano a 3.000 anni fa.

    Silvia Soligon 27-11-2011 Tag: soiacoltivazioniricerca
Articoli correlati